Pesaro e Gioachino Rossini

In occasione del 150 anniversario della scomparsa del grande Maestro, la città marchigiana si propone per visite culturali con grandi eventi e spettacoli di ogni genere. Pesaro è una bella cittadina, dentro un anello di colline e sul mare

a cura di Rosanna Fudoli

 

Quasi due anime diverse, il centro storico con importanti palazzi, musei ed opere d’arte e poi scendendo… un viale alberato adornato da eleganti ville classiche e di una certa valenza… si arriva al mare. Troneggia nella piazza della fontana la Sfera Grande di Arnaldo Pomodoro e da lì sui due laterali si estende il lungomare, la bella spiaggia, i tanti lidi, la bicipolitana e tanti alberghi e ristoranti. L’amministrazione comunale ha deciso di lasciare in questa parte della città buona parte delle strutture ricettive e ricreative e di lasciare quiete e tranquillità nel centro storico, per i residenti. Un’equa distribuzione di spazi che risulta vincente perché così ogni zona è sempre movimentata, ma con misura.

 

Pesaro è la città di Gioachino Rossini qui nel bel Palazzo Mosca in occasione di questo importante anniversario, già dal 12 luglio e fino al 18 novembre, la mostra diffusa “Rossini 150” rende omaggio ad uno dei più importanti compositori della storia a partire dai legami con la sua terra di origine.

Articolato in tre sedi Pesaro, Urbino e Fano, il percorso “Rossini 150” mantiene una omogeneità di fondo ed esplora aspetti particolari della vita, dell’opera, dei luoghi e più in generale del tempo di Rossini.

La mostra “Rossini 150” a Pesaro ha l’intento di ampliare la conoscenza di Rossini e di rafforzare e consolidare il forte legame tra il maestro e la sua città natale. L’allestimento di ultima generazione offre ai visitatori la possibilità di cogliere e sentire la magia delle composizioni rossiniane con il necessario trasporto emotivo.

Percorso multimediale Rossini Experience”: la sezione principale della mostra è costituita da un’installazione originale e atipica, in cui il visitatore viene catturato da video, audio, foto e oggetti con cui interagire percorrendo dodici stazioni, secondo la narrazione ideata da Emanuele Aldrovandi.

Attraverso la ricreazione di uno spazio teatrale, si segue Gioachino dalla nascita fino all’ultimo concerto, incontrando la sua musica, le donne della sua vita e alcuni personaggi reali o immaginari che l’hanno conosciuto www.mostrarossini150.it

 

Casa Rossini, un museo, un’abitazione un punto informazioni. Una delle attrazioni nel centro storico di Pesaro, a pochi passi da altri siti culturali come il Conservatorio e il Teatro. La casa che ha visto nascere uno dei più bravi compositori, non ha mobilio originario ma si possono vedere diversi spartiti, libri, quadri e lettere originali. Con l’audioguida si ha una visione interessante d’insieme; è presente inoltre un sottofondo musicale con i brani principali e questo è un must di quest’anno in tutto il centro storico di Pesaro… Rossini ti segue ovunque con le sue Opere…

Acquistando un unico biglietto si può avere accesso alla casa di Rossini, ai musei civici e alla Domus Romana rinvenuta di recente, in centro.

 

Palazzo Olivieri, che domina l’omonima piazza, è sede del Conservatorio di Musica G. Rossini e, nel cortile interno, spicca il monumento dedicato al grande musicista pesarese. Interessanti i saloni da visitare soprattutto durante le giornate del FAI in cui vengono aperti al pubblico.

 

Piazza del Popolo è sicuramente il punto di riferimento nevralgico della città. Qui nell’arco dell’anno si concentrano diverse manifestazioni, concerti e spettacoli, tra cui il carnevale con la sfilata dei carri. E da qui partono le tante vie anche legate allo shopping ma soprattutto alla parte culturale della città. Una segnaletica fatta di piccole mattonelle colorate poste sul pavimento del centro, indica in maniera discreta i percorsi da seguire per scoprire la parte storica della città ed arriva fino all’interessante Domus romana, un’area archeologica in città.

Al civico 93 di via Branca, andando in su da piazza del Popolo, abbiamo scoperto un palazzetto storico molto interessante: qui i conti Spada nel 1847 ospitarono Massimo D’Azeglio, oggi il palazzo è privato, se si è fortunati si può scorgere l’elegante cortile ed il giardino, un piccolo posto di pace e serenità con tanto di boschetto di bambù in pieno centro…

 

Molte le chiese e le ex chiese da scoprire, Santa Maria Assunta, la Cattedrale, rivela una serie di mosaici molto ben tenuti, sovrapposti l’uno all’altro, attestano l’esistenza di due chiese paleocristiane, ha subito molti rimaneggiamenti durante i secoli.

Mentre la ex chiesa della Maddalena, interessante all’interno, vanta la scalinata progettata dal Vanvitelli, inoltre da visitare, soprattutto perché molto diversa dalle solite, la Sinagoga sefardita.

 

Scendendo verso il mare, a piedi perché la città nel centro storico e fino a tutta la passeggiata è comoda e godibile anche per “camminatori” non allenati, si percorre un viale alberato contornato di belle ville di vari stili, alcuni alberghi e poi la Piazza con la Sfera Grande di Pomodoro. Pochi passi più in là, il Villino in stile Liberty è decisamente una delle attrazioni culturali prospicenti il mare; Oreste Ruggeri industriale farmaceutico la fece costruire ai primi del millenovecento in stile Liberty poiché era rimasto affascinato dall’architettura Art Nouveau in Francia, il villino riproduce in modo aggraziato una natura marina e floreale.

 

La bella passeggiata a mare è un susseguirsi di lidi e locali, stabilimenti e ristoranti, alberghi e villette, spesso in affitto per la stagione.

Il mare d’inverno a Pesaro è giustificato dall’importante offerta culturale e culinaria, una città da visitare in ogni stagione per scoprirla nelle diverse peculiarità. La città è organizzata per supportare i portatori di handicap sia nel centro che in spiaggia http://www.comune.pesaro.pu.it/www.pesaromusei.it

 

 

Curiosità e info utili:

Dal 31 ottobre 2017, Pesaro è Città Creativa della Musica Unesco.

L’attività culturale proposta non è solo legata al grande Rossini, anche la prosa ha un’importante valenza nella città, vasto il calendario della stagione http://www.teatridipesaro.it/notizia/prosa-stagione-20182019

Con Card Pesaro Cult conosci in anteprima le iniziative dei Musei, hai riduzioni sul biglietto di ingresso tutto l’anno e tanti vantaggi e agevolazioni in occasioni speciali https://www.pesaromusei.it/card-pesaro-cult/

Il lungomare nella parte un po’ più interna, ospita la bicipolitana, una ciclovia con 11 linee che collega Pesaro, il mare e tanti comuni e siti limitrofi di interesse anche storico. Va da Pesaro a Fano a Villa Ceccolini al borgo Santa Maria, quindi anche nell’entroterra http://www.comune.pesaro.pu.it/turismo/muoversi-in-citta/in-bicicletta/bicipolitana/

 

Molte le possibilità di alloggio a Pesaro, alberghi di ogni categoria, B/B ed appartamenti sono a disposizione di ospiti con qualsiasi esigenza.

Noi abbiamo visitato due strutture diverse tra loro, con una storia legata alla lirica ed alla prosa. Entrambe gli alberghi sono dello stesso Gruppo www.viphotels.it

 

L’Hotel Vittoria, una villa antica, sita lungo la passeggiata a mare, tra il Villino Liberty e la Grande Sfera di Pomodoro, ha una storia lunga quasi cento anni; elegante e sobrio con mobili d’epoca e fascino d’altri tempi negli ambienti comuni e nelle camere, specialmente nelle sontuose suite, è molto legato alla musica, sponsorizza vari eventi musicali in città ed ospita sempre gli artisti. La nuovissima SPA con piscina di acqua marina riscaldata è una delle tante chicche da scoprire.

 

 

L’Hotel Savoy è invece di tutt’altro genere, è sul viale che porta in centro a pochi centinaia di metri dalla casa di Rossini ed è in stile vintage. Qui ci si cala in ambienti anni ’60 e ’70 con mobili e suppellettili originali dell’epoca, tra queste mura alloggiano abitualmente gli artisti legati alla prosa ed ai vari spettacoli della città. Una piccola piscina con solarium al II° piano è a disposizione di ospiti che amano la privacy e la tintarella anche d’inverno.

 

 

Se invece si vuole vivere un’esperienza straordinaria, alloggiando in un museo, sicuramente l’Alexander Museum Palace è da provare http://www.viaggivacanze.info/newsite/2018/07/alexander-museum-palace/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Download PDF