In carrozza

Destinazione paradiso per i treni che conducono alla visita dei giardini più belli d’Italia con il loro immutato fascino antico; una piccola e storica ferrovia di montagna per trascorrere vacanze in pieno contatto con la natura

di Stefania Mezzetti

 

I più bei giardini italiani si visitano in treno

Bellezza e arte che si rinnovano nel corso degli anni, una combinazione di colori e armonie che insegue le stagioni rimanendo sempre fedele a sé stessa: questa è la magia dei giardini che perpetuano la loro funzione di luogo paradisiaco, a volte prigione dorata delle più preziose residenze nobiliari. In Italia i Grandi Giardini sono una fabbrica di creatività, risorsa di grande interesse turistico perché con il loro fascino storico mantengono vivi luoghi estremamente esclusivi (www.grandigiardini.it)

Persino sulle isole dei maggiori laghi italiani si racchiudono scrigni segreti che ora si svelano al turismo.

I Giardini di Isola del Garda, rigogliosi e fioriti mantengono uno stile italiano e inglese, sono un giardino botanico favorito dal microclima mediterraneo che si respira sull’isoletta al centro del grande lago. La straordinaria villa che risale ai primi del novecento, ricca di storia e di sorprendenti loggiati è abitata dalla famiglia Borghese Cavazza, attuali proprietari dell’isola (www.isoladelgarda.com)

Sul Lago Maggiore l’Isola Bella, con la contigua Isola Madre, sfoggiano oggi come ai tempi del Gran Tour l’immutata seduzione di questi luoghi costruiti sull’acqua. A dominare l’Isola Bella è la mole del Palazzo Borromeo, realizzato in stile barocco, vera e propria “reggia” nel piccolo borgo, un tempo abitato da pescatori. Celebre nel mondo è il Giardino all’italiana, in molte parti innalzato su terrazze artificiali come un’elegante nave di pietra e fiori che solca il blu intenso del lago.

Tra le magnifiche architetture che richiamano gli Dei dell’antichità, tra alberi possenti come quello della canfora, tra agrumi rari a questa latitudine e tra le magnifiche collezioni di rose, rododendri e camelie, passeggiano i pavoni bianchi, che indisturbati mostrano il maestoso ventaglio (www.isoleborromee.it/isola-bella.html)

Trenitalia e Grandi Giardini Italiani hanno stretto una collaborazione che ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio botanico e naturalistico del Belpaese. Molti dei Grandi Giardini Italiani sono facilmente raggiungibili con i treni regionali o con le Frecce e sono i protagonisti del travel book lanciato da Trenitalia dopo quelli dedicati ai Borghi e al Mare. Nel libro sono raccolti cenni storici, principali curiosità, attrazioni, prodotti tipici ed eventi particolari, oltre che il dettaglio sulla tratta ferroviaria interessata, per sapere perfettamente come raggiungere la propria destinazione.

A tutti gli abbonati regionali Trenitalia e ai possessori di biglietto di corsa semplice sarà riservato uno sconto sull’acquisto della Guida Grandi Giardini Italiani acquistabile al prezzo di €10,50 anziché €14.

www.trenitalia.it

 

 

 

Vacanze da fiaba col treno del Renon

Sull’altipiano corre da oltre un secolo un trenino tra boschi, prati, paesi e masi, portando di stagione in stagione residenti e turisti da Soprabolzano a Collalbo.

Inaugurata nel 1907, la Ferrovia del Renon (www.ritten.com) constava di una tratta tramviaria con partenza dal “salotto” di Bolzano, la rinomata Piazza Walther, collegata direttamente con la stazione a valle della cremagliera che, arrancando per superare un dislivello di 910 metri, portava all’Altopiano del Renon. Oggi rimane la linea a scartamento ridotto, percorsa dal mitico trenino che collega in 20 minuti Maria Assunta a Collalbo, con fermata a Soprabolzano, proprio davanti al Parkhotel Holzner.

Dall’atmosfera idilliaca e intima che si respira a Soprabolzano, alle diverse attività a disposizione sul soleggiato altipiano del Renon, fino alla vita mondana della città di Bolzano. L’eccellente posizione dell’hotel permette di godere comodamente e in modo sostenibile del territorio circostante. L’ospite qui vive la vacanza che preferisce, contribuendo a rispettare l’ambiente e a salvaguardare la bellezza della natura altoatesina per il futuro.

Con la RittenCard, consegnata a tutti gli ospiti, oltre ad utilizzare gratuitamente i mezzi pubblici, si ha l’ingresso libero in circa 80 musei e collezioni in Alto Adige, la partecipazione a programmi culturali ed escursionistici sull’altipiano del Renon.

Un vantaggio per tutti gli ospiti, naturalmente per quelli che arrivano con i mezzi pubblici e che potranno continuare a spostarsi comodamente all’interno dell’Alto Adige anche durante la vacanza. Ma anche per i turisti che arrivano in auto e che poi potranno tranquillamente lasciarla in garage per tutta la durata del soggiorno, godendosi il meritato riposo.

Per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici, il Parkhotel Holzner mette a disposizione il pacchetto Mobilità sostenibile: chi sceglie di arrivare in treno l’hotel offre il trasporto dei bagagli, occupandosi di prelevarli direttamente a casa e farli trovare in camera all’arrivo.

www.parkhotel-holzner.com

 

 

 

 

Download PDF