La meraviglia del Niagara

Non era necessario il celebre film del 1953 con Marilyn Monroe come protagonista: le cascate del Niagara sono da sempre meta tradizionale per i turisti di tutto il mondo e per molti viaggi di nozze

 

di Leonardo Felician

 

 

Celebre destinazione da oltre un secolo, questa meraviglia della natura si trova al confine tra Canada e Stati Uniti tra le città gemelle omonime di Niagara Falls nell’Ontario rispettivamente nello stato di New York, unite dall’alto Rainbow Bridge, ponte dell’Arcobaleno, costruito nel 1941.

Anche se entrambe le cittadine hanno un’enorme ricettività e si sono sviluppate come piccole Las Vegas in miniatura per accogliere l’imponente flusso turistico, gran parte dei visitatori le raggiunge con gite in giornata da Buffalo negli Stati Uniti o da Toronto in Canada che distano rispettivamente mezz’ora e un’ora e mezza.

Va detto che il versante canadese è di gran lunga il più spettacolare e che questo parco naturale, al punto che chi vi giunge dagli Stati Uniti spesso attraversa il ponte per godersi lo spettacolo dall’altra riva.

Chi alloggia a Toronto non ha che l’imbarazzo della scelta per il mezzo di trasporto: dai pacchetti tutto compreso offerti da numerose agenzie di viaggio e organizzati dagli alberghi all’auto a noleggio, con comodi parcheggi in prossimità delle cascate; dai pullman Greyhound (www.greyhound.com) o Megabus (www.megabus.com), ai treni del sistema GoTransit (www.gotransit.com) dell’Ontario, con collegamenti poi in autobus o con Uber. E’ bene guardare attentamente gli orari, che cambiano nei fine settimana e prenotare con anticipo se si fa uso dei mezzi pubblici, perché in alta stagione c’è il rischio del tutto esaurito.

Il nome Niagara ha origine da un termine nella lingua irochese dei pellerossa d’America: Onguiaahra, che significa acque tuonanti. Il motivo per cui queste cascate sono le più celebri al mondo non deriva dalla loro altezza, solo 58 metri di salto, ma dalla loro fama come destinazione turistica da oltre un secolo e dalla spettacolarità dello scenario dovuto al loro vasto fronte d’acqua e all’imponente portata del fiume, pari a 168.000 metri cubi al minuto, equivalenti a un milione di vasche da bagno piene.

Oggi non tutta l’acqua viene convogliata attraverso le cascate, in quanto viene utilizzata per la produzione di energia idroelettrica, maggiormente durante la notte per mantenere durante il giorno la spettacolarità a fini turistici.

L’acqua proviene da un esteso sistema idrografico che alimenta quattro dei cinque grandi laghi dell’America del Nord, Superiore, Huron, Michigan e Erie: il fiume Niagara che è emissario dell’Erie dopo il salto porta le sue acque nel lago Ontario, per raggiungere poi l’oceano Atlantico attraverso il fiume San Lorenzo.

Le cascate del fiume Niagara iniziano dal versante canadese con le enormi Horseshoe Falls, chiamate a ferro di cavallo, per la loro forma semicircolare, che convogliano circa il 90% della portata d’acqua del fiume. Solo qualche centinaio di metri le separano dal lato statunitense per mezzo della Goat Island, Isola delle Capre.

Le cascate USA da cui passa il 10% dell’acqua restante sono a loro volta divise nelle imponenti American Falls e le più piccole Bridal Veil Falls, cascate a velo nuziale.

La vasta cascata canadese ha un fronte di circa 800 metri, mentre la cascata americana è larga appena 323 metri: è notevole che l’erosione della roccia provocata dalle cascate faccia arretrare la sponda di circa un metro all’anno, con frequenti crolli come la grande frana che nel 1954 gettò rocce massicce ai piedi della cascata americana. Si stima che il sistema di cascate risalga a circa 12 mila anni or sono: è stato deciso di non arrestare questa continua erosione naturale dovuta alla particolare conformazione geologica del suolo, con consistenza più friabile sotto la roccia dolomitica superiore. La conformazione delle cascate cambia dunque continuamente, e chi li ha viste alcune decenni or sono ne nota già la differenza.

Il parco canadese lungo le cascate del Niagara (www.niagaraparks.com) è un’attrazione turistica senza uguali in Canada. Lungo il bel giardino della Regina Vittoria ornato da splendidi fiori, una piattaforma di osservazione ad accesso libero lungo la passeggiata offre la visione di entrambe le cascate: è il punto irrinunciabile per scattare fotografie panoramiche e selfie. I punti di osservazione più alti che richiedono un biglietto di accesso sono la Minolta Tower e la Skylon Tower che offre una panoramica sulle intere cascate e dalla parte opposta sulla città di Toronto. All’interno del sistema del parco, molto ben organizzato e con poche file nonostante il flusso turistico imponente, ci sono numerose attrazioni adatte alle famiglie con biglietto di ingresso anche cumulativo, per poter passare una giornata in uno scenario naturale indimenticabile, ma le due esperienze che anche il visitatore più affrettato non dovrebbe mancare per portarsi a casa un’esperienza reale della potenza di queste cascate, sono il viaggio dietro alla cascata e la navigazione in battello sul fiume.

Il Journey Behind the Falls dei Niagara Parks accessibile a mezzo di un ascensore dal livello stradale, è una piattaforma e una serie di tunnel vicini alla base della cascata a Ferro di cavallo che permette di scendere in un corridoio scavato nella viva roccia dietro o meglio “dentro” alla cascata canadese. Ci si affaccia su una terrazza all’aperto poco sopra il fiume per osservare le cascate da sotto e tramite due aperture nella roccia si vede e quasi si “tocca” la massa d’acqua che precipita dalla parete.

La navigazione sul fiume davanti alle cascate e in  mezzo alla polvere d’acqua da esse sollevata si effettua con i battelli Hornblower Niagara Cruises (www.niagaracruises.com), in servizio da aprile a novembre in quanto in inverno il ghiaccio rende pericoloso il tragitto.

 

Con poco meno di 2,5 milioni di visitatori, è l’attrazione turistica più importante dell’intero Canada. In alta stagione partono a getto continuo imbarcazioni con capienza fino a 700 passeggeri, imbacuccati nei tradizionali impermeabili rossi completamente riciclabili.

 

Sono disponibili diverse crociere di giorno e di sera, anche per assistere allo spettacolo dei fuochi artificiali sulle cascate. Dotati anche di catering, i battelli Hornblower possono anche essere prenotati per eventi privati o party di matrimonio.

 

 

Info: www.niagaraparks.comwww.niagaracruises.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Download PDF