Gastroviaggiando

 

Cibo di strada e olio eccellente in Sicilia e in Toscana, a Trapani per Stragusto, festival del vino a Stoccarda, chef innovativi a Las Vegas

 

di Franca Dell’Arciprete

 

 

Eccellenze toscane all’Adler in Val d’Orcia

L’incontro tra un territorio ideale, un giovane produttore di olive ed un esperto Mastro Oleario dà origine ad un olio speciale: AETOS Olio Extra Vergine di Oliva biologico, l’oro verde.

Ci troviamo in Toscana, precisamente in Val d’Orcia. Il paesaggio, suggestivo come pochi altri, è caratterizzato da stretti sentieri costeggiati da ulivi e cipressi e incantevoli vigneti. In questo contesto naturalistico di rara bellezza si trova la Tenuta Sanoner degli ADLER Spa Resorts and Lodges che, con i suoi 30 ettari di terreno ospita i vigneti, una magnifica cantina e gli uliveti. La Tenuta offre una vista spettacolare sui dolci rilievi della Val d’Orcia, sui boschi di San Giovanni d’Asso, sugli uliveti, campi di grano e poderi.

Grazie alla particolare composizione del terreno, fatto di argilla, sabbia e trachite, una roccia vulcanica ricca di minerali, con l’abilità di Giuseppe Basta, direttore della produzione di vino e olio nell’azienda agricola Tenuta Sanoner, le metodologie impiegate che più rispettano il prezioso frutto, e la bravura di Carlo Antonio Bindi, Mastro Oleario, che ha elevato notevolmente gli standard produttivi della casa, nasce AETOS Olio Extra Vergine di Oliva biologico.

Eccellente dal punto di vista gustativo e organolettico, alleato della salute, ricco di virtù preziose e curative, viene utilizzato in cucina preso Adler Spa Resort Thermae per accompagnare il pane e ad arricchire i piatti, ed anche nei dolci, riducendo così l’impiego di grassi animali.

www.adler-thermae.com/it

 

 

Grande festa per la decima edizione di Stragusto a Trapani

Torna dal 25 al 29 luglio 2018 Stragusto, la grande festa dello street food e dei mercati, con una speciale edizione – la decima – ricca di gustose iniziative. Nella suggestiva Piazza Mercato del Pesce, nel centro storico di Trapani, si terranno cinque intensi giorni in cui si potrà percorrere un ideale tour gastronomico, approfondendo diversi sapori e culture regionali e internazionali legate al cibo da strada e quello degli antichi mercati: dal panino al lampredotto dello street chef fiorentino Luca Cai alle tante eccellenze siciliane, fra cui le panelle, le arancine, lo sfincione, la frittura di pesce, il cùscusu, il polpo bollito. Si potranno gustare i sapori trapanesi, palermitani, catanesi, e quelli delle isole minori, non mancherà anche lo street food proveniente dalle altre coste del Mediterraneo, fra prelibatezze tunisine e greche.

Fra i dolci quelli tipici del territorio, realizzati sul momento fra cui: torroni, cassatelle, cannoli, granite e tanto altro.

Fra le novità di quest’anno anche uno speciale angolo degustazione dei vini,

imperdibile al tramonto, dalla splendida terrazza delle mura di Tramontana.

www.stragusto.it

 

 

A Stoccarda per il Villaggio del Vino…e non solo!

Adagiata fra colline verdeggianti nei pressi del fiume Neckar, Stoccarda è l’unica città tedesca a poter vantare poderi e vigneti che si protendono fino al centro città, definendone il paesaggio e l’identità. La vite arriva qui al tempo dei Romani e, successivamente, Stoccarda e la sua regione sono fra i massimi produttori di vino del Sacro Romano Impero. Tipico del luogo è il Trollinger, un rosso fruttato e ottimo anche bevuto fresco, mentre fra i bianchi si annoverano il Riesling, il Müller-Thurgau e il Sauvignon Blanc. Massima espressione della passione di Stoccarda per il vino è il suo Weindorf, la festa del vino che si tiene tutti gli anni a fine estate. Ma grazie alle tante Weinstuben, ai percorsi tematici dedicati alla viticoltura e ai tour eno-gastronomici, Stoccarda e i suoi vini si possono celebrare lungo tutto il corso dell’anno.

Le centralissime Schillerplatz, Kirchstrasse e Marktplatz di Stoccarda si popolano di stand e chalet in legno abbelliti da foglie di vite per il Villaggio del Vino.

Per 12 giorni, dalla tarda mattinata a sera inoltrata, i visitatori hanno la possibilità di passare di stand in stand e assaggiare i diversi vini locali, accompagnati dalle specialità regionali come i deliziosi ravioli ripieni Maultaschen, gli gnocchetti Spätzle o una deliziosa Flädlesuppe.

Da non dimenticare poi il Sentiero del Vino di Stoccarda, lo Stuttgarter Wanderweg, alla scoperta di splendide colline, scorci idilliaci, paesaggi e luoghi d’interesse sparsi fra i vigneti, il Museo della Viticoltura ospitato in una tipica casa a graticcio, e il Tour guidato tra i vigneti.

www.stuttgart-tourist.de/it

 

 

Las Vegas arricchisce la propria offerta culinaria

Sono molte le nuove aperture firmate dai Celebrity Chef più famosi di sempre che arricchiscono la già di per sé variegata scena gastronomica di Las Vegas.

Ha aperto infatti al Caesars Palace il primo ristorante a tema HELL’S KITCHEN dello chef stellato Gordon Ramsay: progettato per far vivere un’esperienza unica e coinvolgente, trasporterà gli ospiti nello studio del popolare show televisivo fin dal loro ingresso, dove è posizionato il caratteristico forcone infuocato.

Altra importante apertura è quella di Pronto by Giada, della Celebrity Chef Giada De Laurentiis al Caesars Palace, che si aggiuge al celebre ristorante GIADA, situato all’interno dell’hotel The Cromwell. La leggenda culinaria Roy Choi arricchirà inoltre il panorama gastronomico di Las Vegas nell’autunno 2018, con l’apertura al Park MGM di un concept restaurant in tipico stile quartiere coreano di Los Angeles, caratterizzato da spazi immersivi ed eclettici.

Las Vegas ha qualcosa da offrire anche agli amanti dei dolciumi: nel negozio della catena Lolli & Pops si è avvolti da nuvole di profumi e da un caleidoscopio di colori dei suoi macarons, frutta di marzapane e orsetti gommosi in oltre 15 gusti tra cui scegliere…

www.visitlasvegas.com

 

 

Download PDF