Cultura e spettacoli

Festival Show, il festival itinerante dell’estate italiana, torna nelle più belle piazze e località balneari del Nord Italia, dall’ 8 luglio al 1 settembre, per la 19esima edizione.

In 8 tappe, il festival organizzato da Radio Birikina e Radio Bella & Monella, porterà sul palco gli artisti che rappresentano la colonna sonora dell’estate italiana, accompagnati dal corpo di ballo e dall’orchestra.

Ogni data si trasformerà in un grande evento live, capace di entusiasmare il pubblico di tutte le età, unendo in una ricetta unica competenza e passione. I big della musica, infatti, saranno accompagnati anche dal corpo di ballo guidato da Etienne Jean Marie, ballerino di fama internazionale, e dall’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Diego Basso.

Solo l’anno scorso sono state oltre 300 mila le persone che hanno applaudito la kermesse che ha portato sul palco numerosi artisti, con oltre 32 ore di show live e ben 100 ore di dirette radio e streaming. Per la seconda volta, gran parte dell’evento è stato trasmesso da Real Time.

Anche quest’anno l’organizzazione della kermesse metterà in campo le capacità professionali e i valori da sempre riconosciuti e apprezzati per creare eventi unici nelle più belle piazze con i big della musica italiana che vengono trasmessi in radio tutto l’anno e che sono la colonna sonora delle nostre giornate.

Tappa finale Piazza Unità d’Italia a Trieste, dove l’evento approda per la prima volta.

www.festivalshow.it

 

Venerdì 27 luglio, presso la piazza della Chiesa a Carrega Ligure (Al) con lo spettacolo Spaghetti Western, inizia il primo tempo della terza edizione di Attraverso Festival – Uomini e storie delle terre di mezzo, la rassegna diffusa che si sviluppa come un vero e proprio percorso turistico-spettacolare nei territori regionali inseriti nella World Heritage List dell’Unesco nel 2014 e quelli limitrofi del basso Piemonte.
In Piemonte, nelle terre di mezzo delle Langhe, Roero e Monferrato, inizia un cammino che passa attraverso ventuno paesi e tre province nella cornice di un solo grande festival che si conferma anfitrione di un’esperienza unica tra paesaggio e spettacolo. Saranno protagoniste le ricchezze paesaggistiche e la cultura storica e sociale dei territori che ospitano la rassegna dove ogni appuntamento è stato pensato in armonia con il contesto che lo ospita.
La rassegna si svilupperà in due tempi: il primo, dal 27 luglio al 9 agosto, come assaggio culturale dei territori al centro del festival, mentre, dal 24 agosto al 9 settembre, si avvieranno i percorsi legati alla storia e alle caratteristiche del Piemonte meridionale.
Eventi, persone, arte in luoghi con una storia e un carattere proprio: dal Parco Naturale Capanne di Marcarolo a Bosio (Al), che farà da scenario allo spettacolo di Marco Paolini e all’incontro con Maurizio Carucci (Ex-Otago), alla Residenza Reale Unesco dell’Agenzia di Pollenzo a Bra (Cn), scenografia del concerto di Joan Baez passando per il centro storico di Novello (Cn) dove, in occasione dei quarant’anni della legge Basaglia, si avvicenderanno Paolo Crepet, Giovanni Nuti e Willie Peyote.

www.attraversofestival.it

 

Dal 6 al 15 luglio, a Palazzo di Varignana, luxury resort nelle colline bolognesi, torna Varignana Music Festival, il primo festival estivo di musica classica del territorio, giunto alla sua quinta edizione, ed inserito in Bologna Estate 2018, promosso e coordinato dal Comune di Bologna. Anche per quest’anno la direzione artistica di Bruno Borsari della Fondazione Musica Insieme conferma la qualità assoluta della programmazione: sul palcoscenico di Palazzo di Varignana sfileranno artisti del calibro di Mario Brunello, il più celebre violoncellista italiano, che nella matinée del 15 luglio presenterà un originale progetto dedicato ad archi e percussioni accompagnato dai Solisti della Kremerata Baltica, o del violinista Michael Barenboim straordinario ‘figlio d’arte’.

A Varignana Music Festival i grandi artisti internazionali si incontrano, danno vita a progetti inediti e nuove sinergie creative e insieme condividono con il pubblico esperienze ed emozioni anche al di là del concerto stesso.

Varie e molteplici le proposte per vivere appieno l’atmosfera suggestiva del Varignana Music Festival, non solo un evento culturale al centro del panorama musicale europeo, ma anche una vera e propria esperienza del buon vivere che coniuga benessere del corpo e distensione della mente, magari anticipando il concerto con un trattamento in SPA o al fresco delle piscine di acqua dolce e salata, una romantica passeggiata nel Giardino Ornamentale tra alberi da frutto e fiori profumati, o scegliendo di fermarsi più giorni nel resort per non perdere nemmeno un concerto dei propri beniamini.

www.varignanamusicfestival.it

 

Caetano Veloso uno dei più popolari e autorevoli cantautori sudamericani tra i fondatori del Tropicalismo, torna in Italia dal 13 al 21 con il nuovo tour Ofertorio.

Per la prima volta l’artista salirà sul palco con i figli Moreno, Tom e Zeca, e insieme daranno vita ad uno speciale spettacolo in versione volutamente acustica, dimensione naturale di Caetano Veloso, che condurrà le melodie suonando la sua chitarra e incantando il pubblico con il suo inconfondibile timbro vocale. Il cantautore brasiliano, reduce dall’esibizione all’Eurovision Song Contest con il portoghese Salvador Sobral vincitore della precedente edizione, si raffronta con la famiglia, sinonimo di felicità, dimostrando al pubblico quale elevata e raffinata qualità si possa raggiungere unendo le peculiarità di ognuno di loro per la prima volta in un unico spettacolo.

www.caetanoveloso.com.br

 

Dal 13 al 22 luglio Umbria Jazz festeggia il quarantacinquesimo anno di vita con una edizione speciale per qualità di proposte, eterogeneità di scelte artistiche, presenza di grandi personalità del mondo della musica. Tutte le diverse sezioni quest’anno offrono nella loro specificità, un programma di altissimo profilo. Quello che si vuole è un ulteriore salto di qualità della manifestazione, non tanto una semplice conservazione.

Una nuova fase dunque si apre da quest’anno, ma restano alcune certezze. Quella che non cambia rispetto al passato è la formula che si articola, per i concerti a pagamento, nelle consuete tre sedi principali: l’Arena Santa Giuliana, per i grandi eventi in prima serata, il teatro Morlacchi per i concerti jazz del pomeriggio, serali e ’round midnight; la Galleria Nazionale dell’Umbria per le performance di mezzogiorno nella Sala Podiani.

Quest’anno si aggiungono anche i concerti aperitivo e quelli serali in un locale del centro storico, Umbrò, mentre ritornano le jam sessioni notturne, a partire dall’una, che si svolgono nel ristorante da Cesarino.

Due, come da tradizione, le location per gli eventi gratuiti all’aperto: Piazza IV Novembree i giardini Carducci, ma tutto il centro storico di Perugia è coinvolto grazie alle due street parade quotidiane dei Funk Off.

Un capitolo importante del lavoro di Umbria Jazz è la creazione di opportunità per i giovani musicisti grazie alle delle Clinics tenute in collaborazione con il Berklee College of Music di Boston.

Continua la collaborazione con il Conservatorio di Musica Francesco Morlacchi.

Anche in questa edizione, come nelle precedenti, uno spazio importante viene riservato alla nuova Umbria Jazz Orchestra, che il festival utilizza nei progetti in cui è necessaria una formazione dal grande organico.

www.umbriajazz.com

Sara Marchesi

 

 

 

 

Download PDF