Arredo & design

Materiali resistenti, stabili, senza porosità, sistemi all’avanguardia per creare porte e pareti eleganti e leggere, naturalezza e tecnologia per ambienti ecosostenibili

di Paola Ranieri

 

Il Gruppo Cosentino con i suoi marchi leader Dekton® e Silestone®

Un interessante case study legata al Gruppo Cosentino: si tratta del lussuoso complesso residenziale di Valdebebas 127, con ubicazione privilegiata, affacciato direttamente sul Parque Central de Valdebebas, nella zona nord di Madrid.

In questo progetto Dekton® by Cosentino è stato scelto come rivestimento per la facciata, grazie alle eccellenti qualità come l’alta resistenza ai raggi ultravioletti, la stabilità cromatica, la durata, la resistenza agli shock termici, l’elevata resistenza alle macchie, la possibilità di grandi formati e soluzioni su misura.

Dekton® è un materiale con porosità zero che non si dilata e non si contrae con le alterazioni di temperatura, quindi non si degrada e non si deteriora. Le grandi dimensioni e la varietà di finiture e colori hanno consentito di enfatizzare il gioco formale dei volumi.

I colori scelti Warm e Korus aggiungono calore all’edificio, armonizzandolo con il contesto circostante, la zoccolatura rivestita con Domoos, sfumatura nera di grande eleganza, crea un contrasto unico con i volumi superiori.

Il progetto di Valdebebas 127 nasce con l’obiettivo di creare finiture interne ed esterne della massima qualità, aggiungendo un tocco di design unico.

Per i piatti doccia delle abitazioni è stato scelto il modello Kador di Silestone® per l’eccellente resistenza del quarzo, totalmente resistente alle macchie e ai graffi. I ripiani per cucine sono stati realizzati in Silestone® che garantisce qualità, resistenza, porosità ridotta, resistenza alle macchie, ai graffi e agli urti, facilità di manutenzione e pulizia, vasta gamma di colori e finiture, oltre alla possibilità di grandi formati e soluzioni su misura.

www.dekton.it

 

A Shanghai i sistemi FritsJurgens inside per lo Starbucks più grande del mondo

Starbucks chiama e l’Olanda risponde, direttamente dalla sede di Kolham di FritsJurgens.

Il colosso internazionale delle caffetterie Starbucks ha inaugurato in Cina, e per la precisione a Shanghai, la sua caffetteria più grande di sempre: il secondo esemplare al mondo di Reserve Roastery, uno spazio di 2.700 metri quadrati dedicato all’esperienza del caffè in senso lato, con tanto di bancone più lungo della storia di Starbucks (ben 27 metri), e un mastodontico soffitto ricoperto con 10 mila esagoni di legno intagliati a mano.

Ma c’è anche un po’ di Olanda, in questa maxi-caffetteria. Al primo piano le pareti di design, alte quasi 3 metri e realizzate come divisorio fra lo spazio principale del deposito e un locale riunione, sono in realtà delle porte pivotanti, all’occorrenza schermo per proiezioni durante i sales meetings.

Montano i sistemi (System 3) di FritsJurgens che non richiedono l’inserimento di dispositivi architettonici nel pavimento e nel soffitto.

La porta pivotante o porta a bilico by FritsJurgens è simbolo di perfezione nascosta: cerniere a scomparsa e un asse verticale invisibile che permette alla porta di aprirsi sia verso l’interno che verso l’esterno. Questa parete girevole – invisibile da chiusa – quando è aperta determina fortemente il concetto di spazio.

La portata del meccanismo, integrato totalmente all’interno della porta così da rendere superfluo l’uso di un chiudiporta a pavimento, consente di supportare porte realizzate in materiali come il ferro, il marmo, il mosaico, il cemento, fino ad oggi impensabili da realizzare.

www.fritsjurgens.com/it/

 

Nuovi uffici “Smart Dubai”: la bio-architettura con Microtopping®  by Ideal Work

Può Dubai essere una città davvero felice? Si, se sa abbracciare la tecnologia più innovativa. Lo pensa l’emiro Mohammed bin Rashid Al Maktoum che ha promosso il progetto Smart Dubai ed anche i suoi successori. A partire dagli spazi degli uffici, progettati all’insegna della digitalizzazione più spinta, sempre celebrando al contempo la natura del territorio. Non poteva mancare la superficie innovativa per eccellenza: Ideal Work Microtopping®

Il progetto per gli interni dei nuovi uffici, nel Dubai Design District, quartiere completamente dedicato al design e alla moda, é stato premiato al CID come “Iniziativa dell’anno di interior design sostenibile”.

Gli elementi naturali caratteristici degli Emirati Arabi Uniti, sabbie mobili, un torrente tortuoso e un’oasi nel deserto, sono stati usati come riferimento per la realizzazione di pavimento e soffitti, che interpretano le dune del deserto mosse dal vento.

I materiali scelti sono naturali ed ecosostenibili: ogni elemento di falegnameria è stato realizzato su misura, utilizzando legno di quercia o corda naturale.

Microtopping®, la soluzione polimerico-cementizia Ideal Work che in soli 3 mm di spessore consente di creare superfici continue sia orizzontali sia verticali, è stato scelto per rivestire parti del pavimento e delle pareti. Utilizzato nelle versioni Charcoal and Smoke, Microtopping viene accostato alle superfici in legno naturale in modo fluido, come a rappresentare la città sorta tra le dune del deserto. Per un effetto di piacevoli e innovativi contrasti cromatici e simbolici.

www.idealwork.it

 

Schiffini: un nuovo progetto di Jasper Morrison e un’inedita realizzazione di Vico Magistretti.

Schiffini in occasione della settimana del design milanese ha presentato due assolute novità: un nuovo progetto di Jasper Morrison e un’inedita realizzazione di Vico Magistretti.

La collaborazione con Jasper Morrison prosegue nel 2018 con ‘Lepic program’: un programma di cucine oggi arricchito in funzione delle nuove esigenze.

‘Lepic program’ propone una serie di prodotti che rispondono alla tendenza a vivere in modo contemporaneo la casa con maggiore integrazione tra cucina e zona living.  Ambienti una volta rigidamente separati che, invece, oggi vengono sempre più concepiti uniti e integrati divenendo in assoluto il centro della casa.

La seconda novità proposta da Schiffini è un inedito progetto del maestro Vico Magistretti e alcune nuove ed esclusive finiture dell’iconica cucina Cinqueterre. Un modello che continua a rappresentare l’innovazione e un simbolo di pura avanguardia nel settore. Due nuovi progetti firmati da due designer di livello internazionale che insieme all’azienda Schiffini continuano a segnare la storia dello stile italiano nel mondo.

www.schiffini.com

 

 

 

 

Download PDF