A Lecce dal 25 al 27 maggio “Artigianato d’eccellenza”, per scoprire il volto barocco e quello d’eccellenza del Salento

Lecce, capoluogo del Salento, a soli 12 km dal mare Adriatico. Dalle forti radici messapiche e chiamata Lupiae sotto il dominio romano, la città accoglie con il fasto del suo barocco che fa capolino ovunque.

 

Città di rosoni, ghirigori di pietra, festoni, colonne tortili, archi, piazzette e vicoli inaspettati, la visita a Lecce può iniziare oltrepassando l’arco di Porta Napoli e addentrandosi nel centro storico percorrendo via Palmieri, costellata di palazzi nobiliari, che sfocia al cospetto di piazza Duomo. L’accesso da Porta Rudiae, invece, offre la possibilità di abbandonare i basoli di via Libertini per infilarsi negli antichi e intricati bassi delle Giravolte, quartiere multietnico, oggi come un tempo crogiolo di etnie e culture.

Tanto da ammirare nei portali dei palazzi e dalle facciate delle tantissime chiese che si snodano lungo le vie racchiuse dalle tre antiche porte di accesso alla città: Porta Rudiae, Porta San Biagio e Porta Napoli.

 

Dal 25 al 27 maggio Lecce propone la nona edizione di “Artigianato d’eccellenza”, mostra-mercato del manufatto d’autore che si tiene come ogni anno nella cornice unica dell’ex Chiesa di San Francesco della Scarpa.

Organizzata in concomitanza con la rassegna “Cortili aperti”, che apre ai visitatori i più bei giardini privati della capitale del barocco, la mostra-mercato ideata nel 2009 da Maria Lucia Seracca Guerrieri Portaluri, è dedicata alle eccellenze dell’artigianato italiano che rendono grande il Made in Italy nel mondo e prevede quest’anno oltre 60 selezionatissimi espositori nel campo dell’arredo casa, bijoux, abbigliamento, accessori e molto altro. Previsto inoltre all’esterno della mostra, nell’atrio del complesso monumentale del Convitto Palmieri, un giardino all’italiana progettato da vari paesaggisti realizzato in collaborazione con il vivaio Tarantino.

 

Tra gli eventi collaterali della rassegna, che da sempre promuove l’arte e la cultura in ogni loro forma, una conferenza sulla riapertura del Setificio Leuciano, omaggio alla grande tradizione artigiana del Regno delle Due Sicilie cui prenderanno parte, tra gli altri, lo storico dell’arte e saggista Costantino d’Orazio, che presenterà il suo ultimo libro “Ma liberaci dal male”, e la sovrintendente ai Beni culturali Maria Piccarreta. La mostra è patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, dal Ministero dello Sviluppo economico, dall’Associazione Dimore Storiche Italiane di Puglia, dal Fai (delegazione di Lecce), dall’associazione “Ville e Giardini di Puglia”, Provincia e Comune di Lecce.

Per maggiori informazioni: www.viaggiareinpuglia.itwww.artigianatodeccellenza.it

 

 

 

Se si vuole unire una vacanza di mare e relax alla cultura ed all’artigianato, l’ideale è soggiornare in un bel villaggio tra gli ulivi e sul mare e da qui fare delle brevi escursioni per scoprire questa zona del Salento veramente prodiga.

Il Vivosa Apulia Resort è sicuramente il posto ideale per questo tipo di vacanza, è il perfetto connubio tra l’essenza tipicamente salentina e la ricercatezza ed il gusto internazionale nell’offerta e nella qualità dei servizi, con trattamento all inclusive www.vivosaresort.com

 

 

 

 

 

Download PDF