Gastroviaggiando

Vini, ingredienti naturali, cucina vegana tra Veneto, Lombardia e Liguria e le eccellenze di Galway in Irlanda, Regione della Gastronomia 2018

 

di Franca Dell’Arciprete

 

 

Villa Favorita 2018: quindici anni di vini naturali

La quindicesima edizione di Villa Favorita si terrà da sabato 14 a lunedì 16 aprile a Villa Da Porto detta “La Favorita” a Monticello di Fara di Sarego (VI). Saranno presenti 160 aziende aderenti a Vinnatur, associazione di viticoltori naturali, provenienti non solo dall’Italia, ma anche da Francia, Spagna, Portogallo, Austria, Germania e Slovenia. Si tratta di una delle più importanti manifestazioni di vini naturali in Italia per numero di aziende partecipanti, un evento unico nel suo genere perché permette di approfondire la conoscenza dei vini naturali, incontrando e conoscendo i produttori stessi, dai quali sarà possibile anche acquistare i vini in degustazione.

L’associazione VinNatur riunisce viticoltori europei che hanno il comune obiettivo di condividere le tecniche e le esperienze per produrre vino in maniera naturale, sia in vigna che in cantina, e di divulgare la cultura del terroir.

Durante la manifestazione all’interno della villa e nell’area attrezzata nel parco circostante si potranno gustare diverse specialità gastronomiche provenienti da varie parti d’Italia con un’offerta ampliata rispetto all’anno scorso.

Per chi arriva in treno: è prevista una navetta dalla stazione di Montebello Vicentino

www.vinnatur.org

 

 

Liguria veg friendly:  legumi, verdure e cereali della tradizione culinaria ligure

Una tradizione culinaria, quella Ligure, che diventa attualissima oggi con la sua naturale vocazione veg, grazie ai tanti ingredienti e alle ricette che privilegiano l’impiego di legumi, verdure, cereali e frutta. Autunno, inverno, primavera, estate: ogni stagione offre l’occasione perfetta per riscoprire piatti gustosissimi la cui combinazione crea un ideale menu veg friendly.

Ma perché la cucina ligure, nella particolare declinazione veg, è così apprezzata? Sicuramente perché è sana, frutto di una tradizione consolidata nel tempo, di ingredienti provenienti da una terra severa, dura, difficile da addomesticare. Una cucina che una volta si definiva povera, ma che oggi è stata giustamente rivalutata, grazie anche all’assegnazione di marchi DOP a molti prodotti del territorio. Emblema di questa tradizione culinaria è il preboggion, ovvero uno squisito misto di erbe spontanee preparato in primavera tramite una breve bollitura, che viene spesso usato per creare gustose zuppe e minestre, oppure come ripieno per ravioli, pansoti e torte salate: la torta pasqualina, la torta verde, preparata con riso, porro e zucchine trombetta, le famose torte di zucca di Murta, torte di cipolle, di bietole, di carciofi.

La mesciua, originaria del levante, simbolo della cucina più povera, é una zuppa di legumi e cereali. A ponente troviamo invece una minestrina detta scuba, cioè povera, con solo uno spicchio d’aglio, un pomodoro e una foglia d’alloro.

Nell’inventario della cucina veg ligure non può mancare sua maestà il pesto, che si prepara secondo la ricetta tradizionale con due DOP: il “basilico genovese” e l’Olio extravergine “Riviera Ligure”.

www.lamialiguria.it

 

 

Ritorna il Monterosso Val d’Arda Festival

La manifestazione pensata per far conoscere il vino Monterosso e il bellissimo borgo medioevale di Castell’Arquato (PC), con la sua storia, le sue tradizioni e la sua cucina è pronta per ripartire con la nuova edizione 2018 che andrà in scena l’ultimo week end di aprile.

In questi due giorni le cantine di produzione del Monterosso ci guideranno alla scoperta delle specialità locali attraverso degustazioni, stand gastronomici, manifestazioni collaterali e molto altro ancora.

Nel week end del Monterosso i rappresentanti delle cantine locali presenteranno i loro vini bianchi lungo la via della barricaia, che sarà animata inoltre da mostre d’arte, esibizioni musicali e succulente espressioni gastronomiche.

Di fronte alla splendida cittadina di Castell’Arquato, con il suo inalterato borgo medioevale, si erge un colle ricco di boschi, prati e vigneti. Qui si coltivano uve bianche che, già in fase di raccolta, vengono unite per originare un nettare che rappresenta la terra, la dedizione, la cultura del luogo.

Il Monterosso Val d’Arda Festival è stato ideato nel 2011 per promuovere il vino tipico del territorio. Con gli anni, la manifestazione è diventata anche l’occasione per favorire il turismo nella Val d’Arda e dare impulso a tutto quanto il Piacentino ha di meglio da offrire.

www.monterossofestival.it

 

 

Galway, West of Ireland dichiarati Regione Europea della Gastronomia 2018

Non è un segreto che la cucina irlandese abbia conosciuto negli ultimi anni un vero e proprio rinascimento e si sia conquistata una fama ben meritata. La riscoperta di quegli antichi sapori che sono sempre stati alla base della tradizione culinaria dell’isola, unita a una nuova generazione di giovani chef di talento che hanno proposto questa eredità in modo creativo e moderno.

Pochi paesi al mondo possono vantare prodotti di una simile eccezionale qualità, sia di terra che di mare: da qui la straordinaria ricchezza delle tavole di tutta l’isola, che costituisce un motivo in più per scegliere l’Irlanda come meta di viaggio.

Ma è senz’altro l’Ovest il protagonista della scena gastronomica del paese: da qui, dove si aprono le magnifiche terre percorse dalla Wild Atlantic Way, è tutto un susseguirsi di splendidi paesaggi, magiche atmosfere e… ottima cucina! Perciò non stupisce che Galway, West of Ireland sia stata dichiarata European Region of Gastronomy 2018, la prima regione irlandese a ottenere l’ambito riconoscimento.

La regione West of Ireland comprende prevalentemente la contea di Galway, che vanta gioielli di straordinaria bellezza paesaggistica, come la splendida e selvaggia penisola di Connemara e le remote Isole Aran. La cucina di mare è la sua specialità, con particolare riguardo alle sue celeberrime ostriche.

Ecco un appuntamento: Wild Atlantic Way Food Festival Renvyle, 9-14 aprile, una settimana di esperienze gastronomiche. Ci saranno visite guidate sulla storia dell’area, dimostrazioni culinarie, tour organizzati alle fattorie e ai produttori della zona.

Per maggiori informazioni:

www.baycoastwildatlanticfoodfestival.comwww.galwaygastronomy.ie

www.irlanda.comwww.galwaygastronomy.ie

 

 

 

 

 

Download PDF