Romagna Toscana un nuovo prodotto turistico per riscoprire paesaggi antichi e peculiarità delle due Regioni. Cultura ed enogastronomia

Il territorio di Romagna -Toscana offre una vasta scelta di itinerari e luoghi di interesse, che vanno a soddisfare ogni gusto e preferenza.

Percorsi ed itinerari vengono proposti in base ad un tema specifico per permettere al visitatore di programmare la vacanza e scoprire il territorio, in maniera personalizzata, secondo i propri desideri.

Foreste, pascoli, torrenti, luoghi della spiritualità, eremi medioevali, artigianato artistico, enogastronomia tipica. Sono gli assi nella manica di questo nuovo prodotto turistico.

A dar vita al nuovo brand sono stati quindici comuni delle province di Forlì e Firenze: Verghereto, Bagno di Romagna, Sarsina, Santa Sofia, Galeata, Premilcuore, Portico e San Benedetto, Rocca San Casciano, Dovadola, Castrocaro e Terra del Sole, Tredozio e Modigliana per la Romagna e Marradi, Firenzuola e Palazzuolo per la Toscana.

 

Con il marchio Romagna Toscana (il simbolo è una rocca su un saliscendi di colline), un ricchissimo calendario di iniziative, ma anche, più concretamente offerte vacanza, realizzate da sette operatori dell’incoming con il coinvolgimento di una cinquantina di operatori turistici che hanno puntato molto sull’attrattività del prodotto.

 

Romagna – Toscana si estende a cavallo degli Appennini, lungo il confine che separa le due Regioni. Uno scenario intatto e tutto da scoprire, uno straordinario incontro tra storia e natura, con fonti naturali, acque termali e preziosi tesori, in un dolce saliscendi di colline, boschi e alture. La Romagna – Toscana viene raccontata attraverso il suo patrimonio storico e artistico, gli itinerari dei pellegrini, i saperi artigiani, le esperienze da vivere, le specialità da gustare.

Il nuovo prodotto turistico offrirà ai turisti: un paesaggio ricco di fascino, tra monti, ruscelli, borghi, luoghi della spiritualità, Vie dei Pellegrini, sentieri e abbazie, la città fortezza del Granducato di Toscana Terra del Sole, eremi medioevali, ma anche territori ricchi di storia, cavalieri, re e regine, papi e dinastie. Sono terre di racconti e terre del fare, vista la ricchezza di artigianato di nicchia e di eccellenza: dal vecchio liutaio a Dovadola, alle antiche botteghe di falegnami a San Benedetto, il ferro battuto a Portico, ai maestri scalpellini di Galeata, fino ai mulini nella zona di Premilcuore. Senza dimenticare, naturalmente, il buon cibo e la grande varietà di prodotti tipici. Le castagne di Marradi sono ricercate in tutt’Italia e il tortello alla lastra è una delizia che si può assaggiare solo nella Romagna Toscana nelle locande rimaste come una volta. A Palazzuolo e Firenzuola si scoprono i dolci di tradizione rinascimentale come i berlingozzi, dolci pasquali a forma di ciambella con anice e scorze di agrumi.

 

«Si tratta di un territorio – dice Marianna Tonellato, Presidente dell’Associazione Romagna Toscana- con tanti tratti comuni, sia fisici e geografici con paesaggi molto simili. Ma, anche con una storia comune perché le quindici Comunità sono state nei secoli sotto il controllo politico della Repubblica fiorentina, prima, della Signoria dei Medici e del Granducato di Toscana, poi».

«Il Marchio Romagna – Toscana – dice Liviana Zanetti, Presidente di Apt Servizi Emilia Romagna – intende far leva sul concetto di patrimonio storico e culturale, portando alla luce la qualità del paesaggio e dei beni culturali. Le somiglianze e le diversità tra i due territori saranno i veri punti di forza per la valorizzazione delle quindici comunità che compongono la Romagna Toscana, e per far emergere la grande ricchezza e la grande bellezza di questo territorio unico».

 

Itinerari e percorsi consigliati lungo i cammini della Fede, conducono alla scoperta delle antiche vie dei pellegrini, di abbazie, eremi e santuari dalla storia millenaria.

Mentre gli amanti dello Sport hanno a loro disposizione un’ampia gamma di itinerari trekking e sentieri, da percorrere a piedi, a cavallo o in bici. Questi percorsi si intersecano con quelli di interesse naturalistico, che portano all’esplorazione di foreste, monti, valli, cascate e piscine naturali, fino al vulcano più piccolo del mondo.

 

La scoperta della storia di questi luoghi, al confine tra Toscana e Romagna, in un’area che nei secoli è stata sottoposta alla dominazione fiorentina, viene proposta attraverso la visita di rocche e fortezze, di origine medievale e rinascimentale.

Le testimonianze artistiche vanno dai reperti archeologici di epoca romana, alle opere del macchiaiolo Silvestro Lega, al quale questo territorio ha dato i natali, fino alle espressioni artistiche contemporanee.

La Romagna – Toscana propone infine una vasta offerta di attività ed esperienze adatte a tutta la Famiglia, dalle feste folkloristiche, ai percorsi naturalistici fino alle sagre enogastronomiche.

 

Tutte le informazioni sul sito: www.romagnatoscanaturismo.it

 

Download PDF