A misura di bambino

Stagione di neve, di corse sugli sci, di montagne bianche in Italia. E i parchi sterminati o gli acquari del Sud Africa per scoprire gli animali selvaggi

di Giulia Novelli

 

SkiArea Paganella: la montagna che sa di famiglia

Il Paese delle Meraviglie, collocato ai piedi delle Dolomiti del Brenta, si tinge di bianco e ricopre tutti i suoi protagonisti di neve per farli giocare con chi, in quel Paese, ci crede davvero.

Paganella è da sempre sinonimo di famiglia: con un’offerta impareggiabile, cucita su misura per le esigenze degli ospiti più piccoli, propone una valanga di eventi e parchi tematici che fanno la felicità dei bimbi, ma anche di mamma e papà, che così possono godersi momenti di relax e sciate in tranquillità!

Ad Andalo e Fai della Paganella, in centro al paese o in quota, si possono sperimentare i parchi giochi sulla neve, l’attrazione numero uno per grandi e piccini.

Al Baby Park Dosson, a una quota di 1480mt raggiungibile con la telecabina “Andalo-Doss Pelà”, c’è l’area esterna dedicata ai gonfiabili assistita da uno staff di animazione preparato e coinvolgente. Brutto tempo? Si continua a giocare al caldo entrando nell’accogliente rifugio Dosson, caratteristico ritrovo in legno dove è possibile degustare specialità tipiche e locali.

Poi ci sono il Kids Gaggiapark & Biblioigloo, due grandi attrazioni in località Prati di Gaggia a 1333 mt: il primo è un divertentissimo parco giochi con tapis roulant e pista per gommoni per scivolare sulla neve, mentre il secondo è una biblioteca in quota con tantissimi libri per bambini, ragazzi e famiglie. Al suo interno è attivo, tutti i giorni, il laboratorio di “Cultura-Arte e Natura” dove i bambini vengono coinvolti in attività educative e divertenti da uno staff preparato.

www.paganella.net

 

 

Italy at its peak. Courmayeur guarda lontano.

Courmayeur è una porta d’accesso per ritrovare il proprio ritmo sia di singoli che di famiglie con bimbi: una combinazione unica di cultura alpina, cibo, “avventure” sportive, divertimento, in un territorio unico e iconico come quello del Monte Bianco.

Anche le famiglie trovano a Courmayeur un carattere unico, un insieme di radicamento al territorio, cultura, voglia di accogliere, capacità di rinnovarsi stagione dopo stagione, che trasforma la sua tradizione di terra antica in preziosa risorsa.

Musica, luci, emozioni, festa, gioia e condivisione, questi gli ingredienti di Welcome Winter 2018, che ha acceso ufficialmente la stagione invernale italiana.

Il Carnevale è una festa molto sentita della tradizione popolare, con gare goliardiche di “Sèiton” e la sfilata dei carri allegorici ispirati all’attualità e alla politica.

Fin dalla mattina di Martedì Grasso, i “Beuffon” faranno tintinnare i loro campanelli per tutto il paese, scandendo il ritmo di una festa che si protrarrà fino a sera.

Molti eventi ruotano attorno al buon cibo, al piacere dello stare a tavola, complice un territorio che custodisce i segreti di un savoir faire millenario e della dedizione dei

produttori locali.

Lo sport a Courmayeur significa libertà, di sciare, librarsi in fuori pista, praticare fondo, alpinismo, scalare, pattinare o semplicemente godersi una giornata al cospetto del Monte Bianco camminando nei silenzi ovattati della Val Ferret.

www.courmayeur-montblanc.com

 

 

Sudafrica: un paese a misura di bambino

In Sudafrica i bambini resteranno sicuramente impressionati dalla affascinante natura selvaggia e dai famosi big five (leone, leopardo, rinoceronte, elefante e bufalo) che qui abitano.

Non esiste fuso orario tra Italia e Sudafrica, l’orario è lo stesso ed ecco quindi che i bambini (ma anche i più grandi) non soffriranno del cambio dell’ora. Se si viaggia nella parte meridionale del Paese non sono nemmeno necessarie vaccinazioni particolari o profilassi contro la malaria. Le strade sono poi in buone condizioni: noleggiare un’auto e spostarsi autonomamente sarà semplicissimo.

A Durban si trova il celebre Ushaka Marine World, quinto acquario più grande del mondo. Premiato con l’ “Outstanding Achievement in thematic creative design” da Themed Entertainment Association, con le sue numerose attività e aree ricreative è un vero e proprio paradiso per bambini tra i 2 e i 12 anni. A Johannesburg invece una delle attrazioni principali è il Gold Reef City, che sorge su un’autentica miniera d’oro risalente al XIX secolo.

A Cape Town, il Two Oceans Aquarium farà scoprire ai vostri bambini due ambienti marini diversi tra loro: quello dell’Oceano Atlantico e quello dell’Oceano Indiano, in cui nuotano affascinanti predatori, tra cui lo squalo toro.

Sempre a Cape Town, un altro luogo da non perdere è la Table Mountain, simbolo della città, dove  i bambini rimarranno entusiasti nel salire sulla funivia aerea fino alla cima, mentre un’altra tappa immancabile è la Simon’s Town Penguin Colony a Boulders Beach. Si vivrà un’esperienza unica nel vedere la colonia di 2000 pinguini che popola questa spiaggia a prova di famiglia, dove i bambini possono anche nuotare e addentrarsi liberamente tra i massi di granito.

www.southafrica.net

 

 

Con Decathlon suggerimenti per lo sci davvero preziosi

Come scegliere gli sci da bambino? Fondamentali per un programma ricco di attività sciistiche e tanto divertimento!

Oggi si può scegliere tra forme e larghezze differenti… e non è sempre facile capirci qualcosa! Decathlon aiuta con suggerimenti specifici davvero preziosi.

Il nuovo sci junior si riassume con una parola: “rocker” in spatola. È uno sci la cui spatola rispetto ad uno sci tradizionale, è sollevata dal terreno. Questa tecnologia, presente su tutti i modelli Junior, rende lo sci molto più maneggevole e permette un’ottima gestione delle curve con una presa perfetta.

Se il bimbo è un principiante è meglio scegliere sci corti e morbidi perché sono più maneggevoli: quindi sci da 5-20cm in meno della sua statura.

Se i bimbi sono più autonomi, gli sci possono essere più lunghi, affinchè il bambino, una volta cresciuto, continui a sciare con gli sci della misura giusta.

Gli scarponi da sci, per i quali 1 cm di margine rispetto al piede è il massimo per assicurare un buon sostegno e la giusta comodità, i bastoncini da sci consigliabili nel modello telescopico per evitare un acquisto all’anno…, il casco da provare insieme alla maschera, infine gli attacchi che hanno un’importanza fondamentale, da regolare con un professionista, per la sicurezza del piccolo campione!

www.decathlon.it

 

 

Download PDF