Gastroviaggiando

Dai formaggi italiani più tipici alle mele della Carnia, dallo storico bitto alla nuova Festa del salame di Cremona, un tripudio di colori, sapori e novità d’autunno

 

di Franca Dell’Arciprete

 

La prima edizione milanese di FormaggItalia

FormaggItalia, mostra mercato dedicata ai formaggi e prodotti caseari tipici italiani, sceglie Milano come punto di partenza per la sua edizione di ottobre 2017.

La mostra si terrà dal 27 al 29 ottobre nel Chiostro della Magnolia situato all’interno del prestigioso palazzo della Fondazione delle Stelline. Tre giorni dedicati all’arte casearia d’eccellenza per veri intenditori. Oltre 50 espositori attentamente selezionati, provenienti da tutta Italia, presenteranno prodotti unici che ricostruiranno la mappatura territoriale dell’arte casearia italiana sia tradizionale che moderna. Alla manifestazione non parteciperanno solo i produttori, ma anche gli affinatori e i consorzi.

Realizzata in collaborazione con ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi), FormaggItalia permetterà al grande pubblico, così come agli operatori, distributori e ristoratori milanesi, di entrare in contatto con i migliori marchi DOP-IGP-STG-PAT italiani anche grazie alle degustazioni guidate, che permetteranno di scoprire i formaggi in abbinamento con una selezione di prodotti complementari attentamente studiati come vini, marmellate e mieli.

La mostra avrà 3 punti fondamentali: l’artigianalità, nella lavorazione dei prodotti; la qualità, con prodotti specchio del patrimonio culturale gastronomico del nostro paese; l’unicità, grazie alla presenza di espositori d’eccezione.

www.formaggitalia.it

 

A Cremona la “Festa del Salame”: sapori, saperi e spettacolo

Produttori di salame e affini di tutta Italia si ritroveranno a Cremona dal 20 al  22 ottobre 2017 per la Festa del Salame, prima rassegna gastronomico-culturale di respiro nazionale nel suo genere. La manifestazione è organizzata da SGP Eventi e promossa dal Consorzio di Tutela del Salame Cremona con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Cremona, Confartigianato Alimentazione e Camera di Commercio di Cremona.

In più la firma di Negroni qualifica l’importanza della rassegna e certifica il prestigio della tradizione norcina di Cremona: era il 1907 quando Pietro Negroni, artigiano di salumeria, inaugurò proprio a Cremona l’azienda che oggi rappresenta il marchio di salumi più conosciuto dagli italiani.

Una ricca serie di eventi nel centro storico della città del Torrazzo:  il doppio omaggio a Benito Jacovitti, nel ventennale della scomparsa del grande fumettista che disseminava le proprie pagine di salami e che, tra l’altro, nel 1961 realizzò un apposito menù illustrato per Negroni; la sfida tra quattro giovani chef a colpi di ricette a base di salame sotto l’egida del Progetto ERG – European Region of Gastronomy; le degustazioni e i menù a tema; il contest fra i migliori agriturismi lombardi produttori di salumi; il convegno sulle caratteristiche organolettiche e nutrizionali del salame.

www.festadelsalamecremona.it

 

La Mostra del Bitto fa 110! A Morbegno in Valtellina

Sabato 14 e domenica 15 ottobre un weekend tutto da vivere

La Mostra del Bitto quest’anno…dà i numeri! A partire da quelli di un anniversario – son 110 anni – che racconta un secolo ed un decennio e si ripropone tra consuetudini antiche e nuove visioni del futuro.

Una manifestazione che, partendo dal piccolo borgo di Morbegno, simbolo dell’apertura della valle ai tanti visitatori e turisti che arrivano da tutto il mondo per goderne la bellezza, racconta un mondo unico, quello degli alpeggi.

Il Bitto non è solo una D.O.P. ben nota agli amanti dei formaggi d’alpe, ricchi e saporiti, ma rappresenta la fatica e la fortuna di questi luoghi da oltre un secolo, ed è il frutto di gesti che vanno celebrati anno dopo anno: mestieri tradizionali, il casàro, e abitudini che vengono dal passato, la salita fino ai pascoli d’alta quota, la desmuntegada.

La Mostra del Bitto è un’occasione per valorizzarli e farli apprezzare anche a chi in alpeggio non andrà mai. Ed è così da 110 anni, da quando, cioè, le preziose forme di Bitto prodotte durante l’estate, diventavano merce di scambio nell’antica fiera di fondovalle che celebrava il cambio di stagione e la discesa delle Brune alpine dai pascoli di montagna.

Nelle casette dello street food valtellinese si serviranno sciatt e pizzoccheri da passeggio, ideali da assaporare durante una visita ai mercatini dei produttori o all’area eventi e spettacoli.

www.ctcb.itwww.mostradelbitto.com

 

“Tolmezzo Città Alpina 2017” all’insegna dell’enogastronomia

“Tolmezzo Città Alpina 2017” oltre all’attenzione alla sostenibilità, propone un viaggio alla scoperta di un territorio caratterizzato dalla natura incontaminata e dalla tradizione culinaria unica. Capoluogo storico della Carnia, Tolmezzo è situata nella media valle del fiume Tagliamento: vanta importanti vestigia storiche risalenti fino all’epoca del Patriarcato di Aquileia. La storia di Tolmezzo è inoltre fortemente intrecciata con il Corpo degli Alpini, avendo ospitato per oltre un secolo e a più riprese importanti distaccamenti di penne nere, con ricadute significative sul tessuto economico della città. La Festa della Mela, il Filo dei Sapori e “gustoCarnia” sono solo alcune tra le principali manifestazioni in programma fino a ottobre in Carnia, dove il cibo sarà il vero protagonista.

Dal 22 al 25 ottobre “Il Filo dei Sapori” sarà la kermesse dedicata alle tipicità agroalimentari e alle specialità culinarie della Carnia, per valorizzare e diffondere la ricchezza di biodiversità di un territorio da vivere ed esplorare con gusto. Un ventaglio amplissimo di prodotti della terra: frutta, succhi e distillati, farine, patate, ortaggi, erbe di bosco e officinali, birre artigianali, mieli, salumi e formaggi. Per la prima volta saranno ospiti anche i prodotti e produttori delle città alpine straniere, divenendo così una mini EXPO dell’agroalimentare di montagna.

www.turismofvg.it

 

 

 

 

 

 

Download PDF