In carrozza

Treni d’epoca del passato per avventure in terre misteriose e lontane a caccia di antichi tesori; stazioni ipergalattiche che proiettano nel futuro dove sfrecciano convogli ad alta velocità

di Stefania Mezzetti

 

Il treno dei safari

Percorrendo le inaccessibili piste della savana, i convogli del Rovos Rail arditamente affrontano gli altipiani sudafricani e le lunghe distese di aride sabbie. Attraverso i vigneti che si perdono a vista d’occhio, raggiungono le irose spiagge oceaniche e sostano nelle più belle città coloniali.

La stazione privata da dove partono i treni è a Pretoria e da sola rappresenta un’originale attrazione turistica. Nella rimessa sono custodite le meravigliose locomotive storiche, recuperate dalle ferrovie dismesse dell’ottocento e restaurate in tutto il loro splendore; le carrozze riproducono fedelmente gli ambienti lussuosi e confortevoli che i ricchi proprietari minerari che venivano dall’Europa a controllare i loro possedimenti, richiedevano per i loro viaggi.

Rovos Rail festeggia quest’anno 28 anni di attività durante i quali si è guadagnata un’elevata reputazione internazionale per la qualità dell’esperienza di viaggio offerta. I viaggi proposti da Rovos Rail sono aumentati negli passando da un percorso di un solo pernottamento a sette diversi safari attraverso il Sudafrica che possono durare da due giorni a due settimane.

Un viaggio a bordo del Pride of Africa è un’esperienza senza pari che permette ai viaggiatori di godere dell’eleganza sfarzosa del treno più lussuoso al mondo. Un servizio discreto e gentile, la cucina di un cinque stelle e una selezione dei migliori vini del Sudafrica richiamano alla memoria un passato elegante e l’atmosfera senza tempo delle grandi esplorazioni dell’Africa.

Ciascun viaggio prevede delle escursioni che come safari o visite di carattere culturale e storico www.rovos.com/journeys

Rovos Rail offre anche tre guesthouse a 5 stelle: St James Manor, St James Seaforth e St James Homestead a St. James, vicino a Cape Town, un’area oggi sempre più di tendenza. Finemente decorate, le guesthouse offrono agli ospiti un rifugio rilassante con comodo accesso al centro città e alla campagna circostante lungo uno dei tratti più belli di costa nella regione di Città del Capo www.stjamesguesthouses.com/

 

 

In treno sulle tracce di civiltà e culture del passato

In partenza dalla stazione di Napoli centrale l’Archeotreno è l’ultimo treno storico che condurrà alla scoperta dei mitici siti archeologici della Campania. Il treno arriverà fino in Cilento all’antica Velia ad Ascesa passando dagli scavi di Pompei e quelli di Paestum e sarà in servizio fino a dicembre 2017 con 7 corse giornaliere dalle 7.30 alle 24.00. -

Questa nuova iniziativa di fondazione FS e della Regione Campania, fa parte del rilancio anche del turismo ferroviario oltre che un potenziamento e miglioramento dei collegamenti verso le tante e bellissime mete turistiche della regione.

Il treno d’epoca che guiderà turisti e curiosi alla scoperta delle più belle e rinomate zone archeologiche che circondano Napoli, si va ad unire al Pietrarsa Express e al Reggia Express. Il primo è un treno storico che due volte al mese transita sulla linea metropolitana di Napoli per giungere al bellissimo Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa. Si tratta di un suggestivo viaggio a bordo di carrozze d’epoca Centoporte e Corbellini, trainate da una coppia di locomotive elettriche. Con lo stesso biglietto è prevista la visita dell’intero complesso museale, unico nel suo genere in Italia e tra i più importanti in Europa, che ospita una collezione di 55 rotabili storiche, tra locomotive ed eleganti convogli d’epoca, con arredi ed oggetti che raccontano la storia delle ferrovie italiane e del primo viaggio italiano che fu realizzato sulla Napoli – Portici in epoca Borbonica.

Con le stesse modalità di viaggio del Pietrarsa Express, nato per primo, il Reggia Express porta i visitatori a bordo di carrozze d’epoca dalla Stazione Centrale di Napoli fino alla Versailles italiana, la spettacolare Reggia di Caserta. I biglietti per il viaggio comprendono l’accesso prioritario alla Reggia e la visita libera degli Appartamenti e del Parco www.fondazionefs.it

Per una sosta a Napoli per godere della eccezionale accoglienza di questa città che si rinnova ogni giorno, vale la pena soggiornare al Grand Hotel Oriente del gruppo alberghiero Space hotels. Situato in posizione strategica nel centro storico, a pochi passi dalla stazione metro Toledo, il quattro stelle è ideale sia per chi viaggia per lavoro che per coloro che visitano la città per una vacanza di piacere www.spacehotels.it

 

 

L’avveniristica stazione di Afragola

La nuova stazione ferroviaria dal design spaziale a firma Zaha Hadid sarà a servizio delle province a Nord di Napoli e dei territori di Caserta, Avellino e Benevento, garantendo collegamenti diretti verso Roma e, attraverso la cosiddetta bretella Nord/Sud, verso Salerno e Reggio Calabria.

La stazione è un punto strategico del sistema di trasporti regionale e nazionale e una splendida opera da ammirare nella sua bellezza architettonica, oltre che una decisiva occasione per integrare territorio urbano e mondo dei trasporti, ridisegnare la città e riqualificare interi quartieri.La struttura sinuosa che riconduce, astrattamente, all’immagine di un moderno treno in corsa, è stata disegnata dall’architetta britannica di origine irachena Zaha Hadid, vincitrice del Concorso internazionale indetto da Ferrovie dello Stato Italiane. Grazie al quale è stata rilanciata, dopo oltre 50 anni, la grande architettura in ambito ferroviario, considerata da sempre parte fondamentale nella struttura delle città.

Napoli Afragola è stata realizzata da Rete Ferroviaria Italiana mentre Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, ha curato la direzione lavori.

Il corpo centrale del fabbricato di stazione è una maestosa struttura lunga 400 metri che scavalca i binari come un grande ponte, collegando le aree attraversate dalla linea ferroviaria e dando così continuità al paesaggio e alla rete viaria. Napoli Afragola è costituita da grandi vetrate sostenute da pareti d’acciaio e calcestruzzo, “a filo” con il rivestimento in corian, materiale composito formato da idrossido di alluminio e resina acrilica. Viene creato così un effetto di continuità tra le pareti opache e quelle trasparenti.

La struttura si sviluppa per oltre 30mila metri quadrati su 4 livelli: nel primo circolano i treni su quattro binari, sul secondo si trovano le biglietterie e nel terzo e quarto livello si troveranno i servizi commerciali, che saranno aperti progressivamente www.trenitalia.com

 

 

Con la Freccia Orobica tutti al mare

La Freccia Orobica è il treno del mare: il collegamento ferroviario estivo gestito da Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna (TPER), in collaborazione con Trenitalia, collega  Bergamo a tutte le località balneari della riviera romagnola.

In direzione del mare, il treno parte da Bergamo alle 7.20 e giunge a Pesaro alle 13.28. In direzione opposta, la partenza del treno è da Pesaro alle 14.56 con arrivo a Bergamo alle 21.41.

A seguito dei positivi riscontri degli scorsi anni, con il ritorno dei treni-mare, è confermato il servizio di prenotazione on line del posto a sedere per i viaggi effettuati nelle giornate di venerdì, sabato, domenica e festivi sulla Freccia Orobica.

I posti prenotabili sono 120 per viaggio, equivalenti ad una carrozza bipiano, sul totale dei 460 posti a sedere garantiti dal treno. La prenotazione on line è gratuita, ma è necessario l’acquisto di un biglietto valido per la tratta d’interesse.

I biglietti si possono acquistare sul sito Tper, contestualmente alla prenotazione, oppure presso le rivendite autorizzate Tper e nelle stazioni. Sul sito Tper è possibile prenotare un posto anche con un biglietto precedentemente acquistato presso una biglietteria Trenitalia, con una piccola maggiorazione di 2 € per spese di gestione.

Tutte le informazioni su orari, tariffe, rivendite e prenotazione dei posti sono reperibili sul sito di Tper, al link: www.tper.it/frecciaorobica

 

Download PDF