Gastroviaggiando

Esperienze sensoriali e ricerca della tradizione: dalla cucina mantovana alle vette delle Dolomiti alla Maremma toscana

di Franca Dell’Arciprete

 

Stragusto a Trapani

Nella suggestiva piazza Mercato del Pesce nel cuore di Trapani, torna Stragusto, la festa del cibo da strada e dei mercati giunta alla sua nona edizione. Cinque intensi giorni, dal 26 al 30 luglio, in cui si potrà percorrere un’ideale giro del mondo attraverso il cibo da strada, conoscendo diverse culture e tradizioni regionali in un’atmosfera unica, tipica degli antichi mercati.

Un evento imperdibile, sempre più apprezzato dai tanti turisti e visitatori, che accoglie i sapori del mondo dello street food, con le sue tradizioni ma anche con le sue innovazioni, perché il cibo di strada si evolve insieme alle abitudini e ai gusti dei popoli.

Ancora una volta si potrà percorrere un viaggio ideale tra i sapori nazionali e internazionali: non mancheranno alcune fra le tipicità più richieste dagli appassionati, come il panino al lampredotto dello street chef fiorentino Luca Cai e le tante

eccellenze siciliane, fra cui le panelle, le arancine, lo sfincione, la frittura di pesce, il cùscusu, il polpo bollito.

Si potranno gustare i quagghi, ovvero le melanzane fritte alla palermitana, il cibo

da strada palestinese, le olive ascolane, ecc.. Presente anche lo street food d’autore, a cura degli street chef.

Fra i dolci quelli tipici del territorio, realizzati sul momento fra cui: torroni, cassatelle, cannoli… e tanto altro.

L’obiettivo di Stragusto, iniziativa organizzata da Trapani Welcome in collaborazione con Ps Advert e la Pro Loco “Trapani Centro”, è quello di recuperare e valorizzare il grande patrimonio offerto dai produttori del cibo da strada, veri e propri artigiani del gusto www.stragusto.it

 

Il progetto #EATMANTUA a Palazzo Te

Fino a settembre, il progetto #EATMANTUA a Palazzo Te farà rivivere l’atmosfera di convivialità che attirò alla corte rinascimentale dei Gonzaga artisti e intellettuali da tutta Europa. Divenuto oggi spazio pubblico, Palazzo Te sarà sede di un convivio contemporaneo in cui il cibo e i gesti della sua preparazione saranno al centro di un rituale sociale più ampio.

L’iniziativa è parte integrante del cartellone di eventi speciali dedicati a Eas(s)t Lombardy, European Region of Gastronomy. Il prestigioso riconoscimento internazionale è all’origine di un fitto programma di valorizzazione del ricco patrimonio fatto di materie prime eccellenti e ristorazione di qualità della Lombardia Orientale costituita dalle terre comprese fra Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova.

Molti sono gli eventi in calendario: serate di fine estate con cene-evento degli Jeunes Restaurateurs d’Europe, arte, musica e cuochi europei che proporranno garden food nei giardini di Palazzo Te.

L’obiettivo di #EATMANTUA è recuperare la valenza del cibo e della sua condivisione come momento fondamentale dell’incontro con l’Altro e della formazione della comunità, come avveniva fin dagli albori della nostra civiltà con il simposio, dalla Grecia antica ai sontuosi banchetti rinascimentali.

La tradizione storica di rapporto con la terra e con la natura, la capacità di produrre materie prime di grande qualità, la lunga e appassionante collezione di storie individuali e sociali che oggi compongono il primato di Mantova e del suo territorio nel campo enogastronomico, grazie al progetto #EATMANTUA saranno portate alla luce per diventare patrimonio collettivo della cittadinanza e dei visitatori attesi da tutta Italia e dall’estero www.mantova2017.it

 

In vetta con gusto in Alta Badia: l’arcobaleno dei sapori

Novità 2017: L’iniziativa più golosa dell’estate in montagna, si svolge quest’anno all’insegna dei colori dell’arcobaleno, rappresentati nei piatti, ideati dagli chef stellati Norbert Niederkofler, Matteo Metullio, Nicola Laera, Giancarlo Morelli, Nicola Portinari, Giancarlo Perbellini, Cristina Bowerman e Sebastiano Lombardi.

In vetta con gusto è il richiamo per tutti i buongustai, con una serie di iniziative, che uniscono la vita all’aria aperta ai piaceri della buona cucina, nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO.

L’edizione numero nove dell’iniziativa vuole dare maggiore enfasi ai colori dei prodotti che vengono utilizzati per creare le varie ricette: verdure verdi, come gli asparagi, i broccoli, carciofi o fagiolini contengono p.es. clorofilla, fibre e calcio e abbassano i livelli del colesterolo e della pressione sanguigna, gli alimenti arancioni e gialli, come le arance, le carote, i limoni e la zucca, invece contengono beta-carotene, potassio e vitamina C e sono dunque indicati per la formazione di collagene e la salute delle articolazioni.

La formula di In vetta con gusto rimane invariata: otto chef stellati sono abbinati ad altrettanti rifugi lungo i sentieri dell’Alta Badia, ad  ogni chef stellato partecipante, è stato assegnato un colore, che predomina la ricetta.

Ogni piatto sarà accompagnato da un vino dell’Alto Adige, scelto accuratamente da un sommelier locale. L’iniziativa si svolge durante tutto il periodo estivo www.altabadia.org

 

 

L’Andana Resort: in Maremma come nel far west

Tra passeggiate a cavallo e un menu 100% brace, l’estate a L’Andana regala un tocco di west, ma “made in Tuscany”.

L’Andana Tenuta La Badiola svela un’inedita esperienza: la Butteri Experience.

È un antico mestiere, quello della pastorizia, che affonda le sue radici in questa regione e sono loro, i pastori a cavallo della Maremma, chiamati Butteri, i veri custodi di un’arte che oggi diventa la nuova proposta dell’estate.

Lo Chef Marco Ortolani a La Trattoria Enrico Bartolini, 1 Stella Michelin, l’osteria contemporanea de L’Andana, delizierà i palati degli ospiti con un menu 100% brace, che esprime tutta l’anima della Toscana. Un vero e proprio percorso sensoriale, di soli prodotti di stagione: s’inizia con una verdura alla brace, seguita da un’ostrica leggermente affumicata servita sopra un pompelmo bruciato a legna che funge da contenitore, per poi proseguire con dei Tordelli ripieni di capocollo di Cinta e l’animella di vitello cotta ai carboni, servita con una salsa al cocco e del cipollotto “arso”.

Tra portate di verdure, carne, ma anche pesce, la degustazione termina con un sorprendente dessert: Panna Cotta affumicata con salsa al pompelmo bruciata e ananas arrostito al timo.

L’Andana fa parte della collezione “The Leading Hotels of the World”  www.andana.itwww.lhw.com

 

 

 

 

Download PDF