Bressanone s’illumina d’immenso: elegante come una dama rinascimentale, intrigante con i suoi vicoli e le sue acque

Austera come una fortificazione, elegante come una dama rinascimentale, intrigante con i suoi vicoli e portici e magica con le sue acque che la circondano

a cura di Stefania Mezzetti

 

Bressanone è la città che racchiude una storia millenaria, quella dei principi vescovi che ne hanno fatto la loro residenza arricchendola con spettacolari palazzi, chiese e giardini e decine di fontane che ne allietano le vie.

La città conserva nel suo nucleo antico, l’impronta severa del suo lungo passato di centro di un vasto principato ecclesiastico; il potere temporale che venne attribuito ai vescovi per merito dell’imperatore durò per otre cento anni. Durante il medioevo la fiorente cittadina rappresentò uno dei più importanti centri artistico-culturali della zona alpina e passò sotto l’influenza della casata degli Asburgo. Un simpatico episodio storico che tutt’oggi rappresenta fonte d’ispirazione per uno spettacolo molto emozionante, durante il periodo natalizio è quello legato all’elefante Solimano. Quando il re del Portogallo volle regalare al nipote Massimiliano d’Asburgo un elefante indiano, questi transitò da Bressanone nel dicembre 1551, restandovi per due settimane nelle stalle della locanda che venne poi ribattezzata Elephant, così come tanti altri alberghi e ristoranti che sorgono lungo il percorso verso Vienna.

Confluiscono qui due fiumi di acque alpestri, l’Isarco e il Rienza che la rendono ricchissima di acque ma nel passato sottoposta a continue inondazioni. Con la sistemazione dei bacini fluviali negli anni 1883 e 1884 tornò in città la prosperità che si era persa dopo la decaduta del principato e le incursioni dell’esercito napoleonico. La sistemazione delle condutture che inizialmente trasportavano l’acqua attraverso tronchi di larici, venne migliorata, e l’allora sindaco Otto von Guggenberg gettò nel 1889 le basi per il primo stabilimento idroterapico secondo il sistema Kneipp e d’allora Bressanone divenne un rinomato centro di cura.

 

La prima fontana con acqua corrente, posta vicino alla torre Bianca diede inizio alla numerosa serie di fonti, fontanelle e fontanili che allietano la cittadina. Protagoniste di un evento eccezionale che investe con luci, colori, suoni e effetti speciali il centro storico, quando al calar delle tenebre, tutto si illumina e danza in un avvolgente ed emozionante turbinio di emozioni, le fontane fanno parte dello spettacolo in un itinerario completo attraverso installazioni e effetti diffusi. Il Festival di Acqua e Luce è un evento imperdibile per la sua affascinate evocazione di immagini, musica e colori dedicate al tema dell’acqua curato dagli

artisti della luce Spectacularies – Allumeurs d’Image che hanno allestito le loro opere in 20 siti cittadini. Il clou della manifestazione è lo spettacolo WoW – World of Water che si svolge all’interno del cortile dell’ex carcere in piazza Duomo; ogni sera si può assistere allo show multimediale di incomparabile originalità e artisticità, un turbinio di emozioni che si susseguono come un sogno attraverso la spettacolarità delle immagini proiettate sui muri. Gli artisti maestri di videomapping sono gli stessi che allestiscono durante i mercatini di Natale nel palazzo Vescovile, lo spettacolo Il sogno di Soliman legato al famoso elefante. Fra le performances proposte si può assistere al concerto acquatico Fluid Keys della compositrice Manuela Kerer, sulla penisoletta alla confluenza dei fiumi; cinque pianoforti cambiano intonazione a seconda delle condizioni climatiche Festival di Acqua e Luce 05.05-27.05  www.brixen.org/waterlight

 

Bressanone è circondato da un paesaggio aperto, di colli coltivati fra profili di monti e il verde dei boschi e delle praterie. Gli antichi masi che punteggiano le valli profumano di formaggi freschi e di antiche tradizioni montane, testimoni dell’ospitalità che contraddistingue queste terre della valle Isarco. Tanti i sentieri montani che ripercorrono quelle vie rurali fra antiche pievi e paesaggi incontaminati, percorsi ideali per una esperienza Balance secondo il metodo Kneipp. Accompagnati da un guida esperta naturalista, fra le cime di monti ancora imbiancate e i frutteti in fiore sul sentiero delle mele Naz – Sciaves si possono vivere esperienze rigenerative per rimettere in equilibrio lo spirito: esercizi meditativi nella pace dei boschi, respirazioni profonde, scoperta delle erbe officinali e i loro poteri curativi, fare il pieno di energie naturali e disintossicarsi nel corpo e nella mente.

Per una full immersion di benessere il rinnovato hotel Seehof a Naz (www.seehof.it), è un prezioso gioiello adagiato sulle sponde del grazioso laghetto naturale, interpreta tutto ciò che caratterizza il territorio circostante: l’armonioso rapporto fra uomo e natura, lo stretto legame tra passato e presente e il forte connubio tra culture e soprattutto gli insegnamenti dell’abate Kneipp per trarre benefici dall’aria, dall’acqua e dal sole.

 

Per una vacanza sana all’insegna del relax e del benessere la cosa migliore è raggiungere Bressanone in treno. Con le Ferrovie Tedesche e Austriache si arriva comodamente a destinazione con tutto il confort di un viaggio gradevole attraverso un paesaggio che già predispone alla vacanza; i treni Eurocity collegano le principali città italiane del Nord a Innsbruck/ Monaco con alti standard di qualità: puntualità e pulizia sono i due elementi fondamentali di questo servizio. Ogni treno dispone di una moderna carrozza ristorante; ogni posto a sedere è provvisto di prese elettriche; il personale ferroviario è sempre disponibile per ogni evenienza ed è possibile trasportare la propria bici su tutti i convogli in partenza e in arrivo da/a Bologna e Venezia. I biglietti sono acquistabili direttamente in stazione presso le biglietterie di Trenitalia. Possono inoltre essere comperati presso le agenzie di viaggio partner DB, ÖBB e Trenitalia, il Call Center DB-ÖBB 02 6747 9578 e tramite la nuova App “ÖBB Tickets”. Online su www.megliointreno.it

 

Consigli utili

Dove dormire: Accogliente e esotico il Balance Hotel Traube in centro a Bressanone è l’ideale per un soggiorno piacevole e romantico www.hotelbrixen.it

Dove mangiare: sotto i portici incantevole il ristorante Fink con squisite specialità locali e cucina sopraffina www.restaurant-fink.it

Escursioni Balance in Alto Adige: camminate sensoriali in compagnia di Karin Kinigadner, guida escursionistica certificata www.valleisarco.info/balance

Informazioni turistiche: www.valleisarco.com

http://www.viaggivacanze.info/newsite/2012/07/nuovi-sentieri-della-valle-isarco-un%E2%80%99estate-da-vivere-a-passi-lenti-immersi-nella-natura-e-nella-storia/

 

 

 

Download PDF