Gastroviaggiando

Dal Barbecue in Alabama al pesto ligure, alle dolcezze del Canton Ticino

di Franca Dell’Arciprete

 

A Vicenza arriva Autoctono Wine & Food tour 2017

I Consorzi di Tutela dei vini vicentini presentano nel 2017 quindici serate per raccontare vini e prodotti del territorio. Il primo progetto che mette in comunicazione prodotti e categorie dell’enogastronomia vicentina. La formula scelta per è quella dell’aperitivo – dalle 18 alle 21 circa – in selezionati locali della provincia berica, in cui i partecipanti potranno degustare i vini, assaggiare i prodotti tipici, ascoltare il racconto dei produttori presenti.

Quattro denominazioni che raccontano un territorio esteso e variegato: nella zona Breganze DOC la voce più forte è quella del vino Vespaiolo nelle versioni fermo, spumante e passito (Torcolato); dai Colli Berici, terra vocata per la produzione di vini rossi, un nome su tutti è l’autoctono Tai Rosso; Gambellara è invece terra di bianchi con l’uva Garganega che diventa Gambellara Classico, Spumante, Vin Santo e Recioto di Gambellara; tra Vicenza e Verona l’autoctona Durella è alla base degli spumanti Lessini Durello DOC.

Non solo vino. Durante le serate gli abbinamenti saranno con la gastronomia tipica vicentina. In particolare l’Asiago, sia Fresco che stagionato nelle tre versioni (mezzano, vecchio e stravecchio); l’Asparago di Bassano certificato DOP che si riconosce dal colore rigorosamente bianco; la Ciliegia di Marostica frutto rotondo, rosso, con una polpa molto soda www.facebook.com/autoctonowinefoodtour

 

Liguria terra da Gourmet

Alla scoperta delle eccellenze regionali con laboratori culinari e degustazioni.

In un territorio variegato con un altrettanto varia offerta enogastronomica, vero e proprio patrimonio culturale unico in Italia e nel mondo: dall’olio d’oliva dal sapore intenso al tipico pesto e alla morbida focaccia, gli ingredienti della tradizione ligure non lasceranno nessuno a bocca asciutta.

Perciò è stato creato il marchio collettivo geografico Liguria Gourmet, promosso congiuntamente dalla Regione Liguria e dalle Camere di Commercio e rilasciato a quei ristoranti che si impegnano a garantire origine e qualità del menù ai clienti, attraverso piatti realizzati secondo le ricette della tradizione e preparati con prodotti certificati del territorio.

Numerose sono le iniziative sul territorio ligure per imparare in prima persona l’arte del pesto, condimento ideale per pasta fresca come le trofie, le trenette e la lasagna.

Per prepararlo secondo l’inimitabile ricetta tradizionale vengono usati due prodotti DOP, il basilico genovese e l’olio extravergine ligure, pestando questi ingredienti nel mortaio di marmo, insieme a parmigiano reggiano pecorino sardo, sale, pinoli e aglio www.turismoinliguria.it

 

Itinerario Food and Wine a Lugano

Il Ticino, il cantone più meridionale della Svizzera, idealmente connesso all’Italia attraverso la dolcezza del lago Maggiore, condivide con l’Italia anche qualche aspetto di Dolce Vita, tra cui le dolcezze della enogastronomia, che spazia dalla cucina tradizionale a quella più raffinata e ricercata.

La gastronomia ticinese ha saputo attingere dalle cucine lombarda e piemontese, conservando una personalità tutta sua. L’autenticità della cucina locale è ancora presente nei grotti, piccole trattorie e tipici ritrovi popolari che derivano dalle dispense invernali di vino e salumi

Un tour Food and Wine si svolge, con visita guidata, attraverso il centro storico di Lugano, compiendo diverse fermate per gustare varie specialità ticinesi e di altri cantoni svizzeri, come il formaggio Zincarlìn della Valle di Muggio, un formaggio dal gusto intenso che fino al 19° secolo si produceva ancora in ogni casa, o i biscotti di Farina Bóna, che si ottiene dal mais tostato, senza glutine, facilmente digeribile, con cui si fanno anche torte, spätzle, pane, pasta e zuppe.

Imperdibile una sosta all’elegantissimo Ristorante Gran Café al Porto, una delle 10 Top Location della Svizzera, nato nel 1803 come ritrovo intellettuale e diventato salotto della città, che conserva nelle sale superiori il soffitto a cassettoni originale del Cinquecento.

Le soste gastronomiche sono accompagnate dal delizioso vino Merlot ticinese e si concludono con una degustazione di gelato insieme ad un buon nocino www.ticino.ch/itwww.switzerland.com –  www.svizzera.it/www.guidesi.ch

 

Barbecue: un pellegrinaggio culinario in Alabama a portata di App

In Alabama il barbecue è un elemento culturale e vanta alcuni tra i migliori ristoranti degli USA, sparsi ovunque.

Un vero e proprio pellegrinaggio per gustare i migliori piatti di bbq si può snodare tra centro e nord dell’Alabama. Per seguire al meglio il profumo di affumicato che si manifesta lungo l’itinerario, e per dare un’ulteriore mano a contare tutti i bbq joint testati, l’Ente Turismo dell’Alabama mette a disposizione gratuitamente l’Alabama BBQ Trail App.

I barbeque joint migliori hanno di norma dei punti in comune: gestione famigliare ed una tradizione passata attraverso multiple generazioni, locali eccentrici, avventori locali, un piatto particolarmente speciale e idealmente anche un’insegna con l’iconico maialino.

Un piatto di BBQ Pork Dinner per poco più di 10 dollari si presenta accompagnato da almeno due contorni di verdure ed il pane, scelto tra una varietà di suggerimenti: BBQ beans, potato salad, green beans, macaroni & cheese, collard greens, mashed potatoes, fried green tomatoes, french fries. Tutti i veri e classici ingredienti che costituiscono l’autentica cucina del South www.TravelSouthUSA.com

 

Download PDF