Gastroviaggiando

 

Feste tradizionali e cibo di strada per l’inizio estate

 

di Franca Dell’Arciprete

 

Easy Fish, il festival del Pesce Dell’Alto Adriatico
Da venerdi 17 a domenica 19 giugno, Lignano Sabbiadoro diventerà la spiaggia della cucina stellata con i migliori chef internazionali e tutto il sapore dello street food a due passi dal mare. Nella scenografia del pontile di Terrazza a Mare si alterneranno gli show cooking firmati Stars Cooking di sei eccellenze della cucina, per rendere omaggio al  pesce simbolo della tradizione culinaria della costa, dal Friuli Venezia Giulia al Veneto, dalla Croazia alla Slovenia. Gli spazi esterni dedicati all’esposizione, piazzale di Terrazza a Mare e Lungomare Trieste, diventeranno una vetrina di sapori e tradizioni del territorio, con casette e mezzi street food. Sarà possibile degustare le eccellenze locali, dalle birre artigianali ai salumi, dai formaggi ai prodotti ittici, scoprendo le tante aziende alimentari e vitivinicole e i produttori di vere specialità gastronomiche. www.lignanosabbiadoro.it

 

 

Veregra Street festival
Uno dei più grandi ed importanti festival italiani di arte di strada raggiunge la XVIII edizione con oltre 100 spettacoli in 8 giorni di programmazione e compagnie professioniste provenienti tutto il mondo. Dal 18 al 25 giugno il Veregra Street Festival porta nel centro storico di Montegranaro magia, meraviglia e divertimento, i profumi ed i sapori del cibo di strada con la sezione Veregra Street Food e tante possibilità di vivere esperienze creative e coinvolgenti per un pubblico di tutte le età. La sezione Veregra street food propone i piatti della tradizione locale e in una grande area il “cibo di qualità su ruote”, con van, truck e furgoni provenienti da diverse regioni d’Italia. Novità assoluta dell’edizione è il Teatro nelle Fabbriche, iniziativa che nasce per legare, in un’ottica di promozione turistica, l’arte di strada all’arte della scarpa, espressione produttiva per eccellenza del territorio. www.veregrastreet.it

 

 

I Cjarsòns, tradizione carnica
Goloso appuntamento per scoprire gusti ed ingredienti  del raviolo che vanta oltre 50 variazioni. Hanno radici lontane ed esotiche i Cjarsòns, sorta di golosi ravioli, piatto simbolo della Carnia, intatte montagne friulane le cui valli sono state solcate da tempo immemorabile da commerci e passaggi di persone. I cramârs erano i venditori ambulanti di spezie che, dal ‘700, attraversavano a piedi le Alpi per vendere nei paesi germanici la loro preziosa ed esotica mercanzia acquistata a Venezia e riposta nella crassigne, una sorta di piccola cassettiera di legno, portata sulle spalle. Al loro ritorno le donne preparavano i cjarsòns, agnolotti di pasta di patate con ripieno a base di ricotta impastata con una ricchissima varietà di ingredienti: spezie, frutta secca, uva sultanina, aromi orientali, erbe aromatiche…quanto insomma rimaneva sul fondo dei cassetti della crassigne. Ancora oggi moltissime sono le ricette, il cui ripieno varia non solo da paese a paese ma anche da famiglia a famiglia: mele, patate, spinaci, uvetta, mentuccia, erbe primaverili. Tocco finale, il condimento: una semplice spolverata di scuete fumade (ricotta affumicata) e ont (burro fuso). A questa golosità è dedicata ogni anno il primo weekend di giugno la festa I Cjarsòns, la tradizione della Carnia a Sutrio, incantevole borgo della montagna friulana. Il 5 giugno, 10 isole di degustazione allestite negli angoli più caratteristici del paese, offrono un cibo d’origine sicuramente povera, ma complesso e ricco d’ingredienti quanto un piatto di alta ristorazione. 10 i paesi di tutte le vallate della Carnia coinvolti, che proporranno ognuno la propria ricetta. www.carnia.it -

http://www.viaggivacanze.info/newsite/2016/03/carnia-il-cuore-del-friuli/ http://www.viaggivacanze.info/newsite/2016/03/vivere-la-carnia/ http://www.viaggivacanze.info/newsite/2016/03/carnia-alberghi-diffusi-e-prodotti/

 

 

Una Francoforte tutta da gustare
Dallo street food all’alta cucina: per gli amanti della cucina moderna, regionale, tradizionale o internazionale, la città di Francoforte offre piatti per tutti i gusti. La salsa verde Frankfurters, il formaggio tradizionale Handkäse o il dolce tipico: sono questi i piatti tradizionali che Francoforte ama e a cui dedica annualmente dei veri e propri festival. Tutti i piatti di Francoforte vengono accompagnati da una bevanda tipica molto conosciuta, il sidro, tradizionalmente servito in una brocca di terracotta color blu-grigio, chiamata “Bembel”, e bevuta in un bicchiere decorato, il”Gerippte”. I posti migliori dove assaggiare del buon sidro sono gli Apfelweingärten situati nella zona di Francoforte chiamata Alt-Sachsenhausen. Nonostante Francoforte resti molto legata alle sue tradizioni enogastronomiche, è anche aperta a nuove contaminazioni. I numerosi mercati agricoli della città, particolarmente rinomati tra buongustai e intenditori, offrono una varietà infinita di prodotti freschi come erbe aromatiche, spezie, specialità internazionali e street-food da gustare al momento. “Markt im Hof” (mercato nel cortile), organizzato ogni sabato, attira numerosi visitatori amanti del cibo buono e del divertimento. Il quartiere Frankfurter Bahnhofsviertel, nei pressi della stazione ferroviaria, è un vero e proprio melting pot culinario: commercianti turchi di pesce, commercianti di spezie indiane, sushi bar giapponesi, negozi di dolci pakistani convivono in perfetta armonia. Per coloro che invece preferiscono ristoranti di alta cucina, imperdibili sono il Maxie Eisen, Club Michel o Walon & Rosetti. www.germany.travel

 

Download PDF