Gastroviaggiando

 

Golosi e buongustai tra pasticcerie salisburghesi, street-food umbrio e il sogno delle lontane Hawaii

 

di Franca Dell’Arciprete

 

La Settimana delle Erbe Selvatiche di Lana e dintorni
Il Vigilius mountain resort, design hotel ecosostenibile in Alto Adige, a 1.500 m di altezza vicino a Lana e raggiungibile unicamente con una funivia, invita a La settimana delle erbe selvatiche fino al 15 maggio. Sane e genuine, le erbe selvatiche rappresentano un patrimonio inestimabile del ricettario tipico altoatesino. La manifestazione ripropone un’opportunità per conoscere e apprezzare prodotti naturali e genuini, spesso poco conosciuti o dimenticati: le erbe che si trovano in natura. Proprio per esaltare al meglio le erbe, la loro storia e gli utilizzi si potrà partecipare a numerose iniziative, dai workshop alle degustazioni, dalle passeggiate sui monti per trovarle a esperienze di cook&taste. In omaggio alla settimana delle erbe selvatiche, lo Chef Matteo Contiero ha il piacere di condividere alcuni piatti di alta cucina a base di erbe, che chiunque può replicare anche a casa propria. Per tutto il periodo della manifestazione presso la stube Ida e il ristorante 1500 del resort sarà possibile gustare piatti a base di erbe selvatiche. www.vigilius.it/it

 

Umbria: la strada, il mangiare e il bere
Parte dal cuore verde d’Italia un viaggio alla scoperta dei tanti gusti del mondo, che dalle regioni italiane attraversa le culture e le tradizioni di popoli lontani. A Foligno (Pg), all’Aeroporto, al via la prima edizione di Wild West Story, un evento unico nel suo genere che nel weekend del 7 e 8 maggio porterà le atmosfere del selvaggio West americano: in un villaggio americano di fine ‘800 famiglie, turisti e “butteri” potranno svagarsi e vivere un’inedita esperienza con saloon all’aperto, barbeque e tanti piatti tipici del Vecchio West. Dal 26 al 29 maggio 2016 torna ai Giardini del Frontone di Perugia l’evento dedicato ai migliori “artigiani del cibo di strada” del mondo: lo  Street Food Festival Perugia. Dal pani c’a meusa di tradizione palermitana al lampredotto fiorentino, dalla piadina romagnola alla torta al testo umbra, dagli arrosticini abruzzesi alle olive ascolane del Piceno,  il tour del cibo di strada di qualità attraversa le culture enogastronomiche della penisola italiana per poi giungere fino al burrito messicano al churros venezuelano e al samosa e pakora mix indiani… www.evesrl.com

 

La dolce vita nel Salisburghese
Specialità locali, sapori tradizionali, prodotti naturali, eventi gastronomici e indirizzi da non perdere: il Salisburghese regala un viaggio nella storia attraverso la sua Via Culinaria. Palati raffinati, patiti dei formaggi, amanti del pesce e della carne, golosi di dolci, innamorati dei rifugi, bevitori di birra e grappa e amanti delle erbe saranno appagati da più di 200 indirizzi gourmet da non perdere. In particolare la regione del Salisburghese è rinomata per una secolare tradizione dolciaria: dal Salzburger Nockerl, il dolce tipico di Salisburgo alla più classica Sachertorte, dalle deliziose marmellate ai gustosi strudel alle mele e alla ricotta, fino ai soffici krapfen e alla “frittata dell’imperatore” la Kaiserschmarren. Che i migliori pasticceri parlino tedesco è confermato dal Caffè pasticceria Fürst che, da oltre 100 anni, si distingue nella scena salisburghese per professionalità, passione e amore per l’alta confettura. www.salisburghese.com

 

Mangiare alle Hawaii: i migliori suggerimenti
Celebri per i paesaggi idilliaci e lo stile di vita rilassato, le Hawaii sono anche la mecca culinaria per buongustai curiosi di scoprire gusti nuovi. Gli abitanti delle Hawaii amano la buona cucina e le isole vantano una grande varietà di ristoranti, esperienze culinarie e prodotti. Qualche curiosità: Plate Lunch è composto da due palline di riso, insalata di maccheroni, e ogni tipo di carne; Pupu è il termine hawaiano per indicare l’aperitivo, e tutti i ristoranti locali alle Hawaii offrono un’ampia scelta di sfiziosi pupu; loco moco è un hamburger ricoperto da uovo fritto, riso bianco e salsa gravy; una Malasada calda (una ciambella portoghese) è davvero una golosa tentazione. Ed ecco una selezione di luoghi da non perdere: Koko Head Café (O‘ahu), nel cuore del distretto di Kaimukī ad Honolulu, un piccolo ritrovo hawaiano famoso per le proposte fusion asiatico-hawaiano; Moon & Turtle (Hawai‘i Island), situato nel centro di Hilo, che offre un’esperienza di cucina hawaiana diversa ad ogni visita; Mama’s Fish House (Maui)  considerato come uno dei migliori ristoranti gourmet degli Stati Uniti; Merriman’s Restaurant (Hawai‘i Island) fiore all’occhiello dello chef Peter Merriman; Kauai Grill (Kaua‘i), un elegante rifugio con una vista spettacolare di Hanalei Bay e Bali Hai. www.gohawaii.com/uk

 

 

 

 

Download PDF