Amsterdam

Sempre una bella esperienza, tra i canali, dentro ai musei e nei numerosi caffè, tra le vie del centro e nella zona a luci rosse

a cura di Rosanna Fudoli e Alberto Fontana

 

Una perfetta destinazione per un city break: comoda da raggiungere, valida in tutte le stagioni e ricca di offerte speciali per tutte le tasche.

Una città che non ti stanchi mai di girare, tanto da visitare ma anche tanto da vivere: bar con i tavolini all’aperto, ristorantini gourmet, piccoli negozi di antiquariato e tanti tanti fiori. Una visita dall’acqua per cominciare, tra i canali con i vaporetti si può assaporare la vera Amsterdam e con l’audioguida in italiano tutto è semplice ed hai le mani libere per scattare centinaia di foto.

Scegli un tema e prendi un vaporetto, dall’architettura ai giardini per vivere sui canali. Scarpe comode per girare tutto a piedi e visitare importanti musei ed angolini affascinanti.

 

I coffee bar: un’esperienza, il quartiere a luci rosse, magari riuscissimo in Italia a organizzare la cosa e non avere “movimenti” in strada…e delinquenza legata a droga e prostituzione.

 

Amsterdam è una città giovane, 35.000 studenti universitari la rendono allegra e vivace e la loro maniera di vivere, rispettosi di ogni regola ma liberi di agire e con un tasso di disoccupazione pressoché inesistente, crea un alone di spensieratezza e tranquillità.

Certo qualche problema c’è anche in Olanda, ma un governo stabile e la certezza della pena per la malavita, rendono tutto più organizzato e semplice.

C’è solo da rispettare le leggi, che sono forti e non complicate, e le regole, comportarsi bene e vivere in serenità: vi sembra poco?

 

Ma torniamo a gironzolare, non perdetevi il mercato dei fiori (dalle 10 alle 16, tutti giorni), il mercato degli artisti, in piazza Spui, vicino al beghinaggio (in Olanda come in Lussemburgo gli ultimi a chiudere questa istituzione) ed il mercatino delle pulci, dentro il quartiere ebraico (tutti i giorni tranne la domenica). La via dello shopping di lusso in  P.C. Hooftstraat; i negozi in città sono aperti dalle 9,30 alle 17,30, lunedì solo al pomeriggio, giovedì fino alle 21 e la domenica dalle 12 alle 18. Dedicatevi un caffè da Maxim, nella via dello shopping, per stare in compagnia di artisti e VIP locali. Ed immancabilmente portate a casa zoccoli, bulbi e formaggio. Non dimenticate di mangiare ostriche da Zelanda, le salsicce col purè di legumi e fare indigestione con 77 tipi diversi di formaggio. Una visitina allo Zoo Artis, una passeggiata tra fioriture ed animali. E mentre siamo in tema anche un giretto all’Orto Botanico, tra i più belli al mondo.

Finite il vostro city break in discoteca, all’Escape, un mega ritrovo da 600 posti. La vita in città si ferma alle 2 di notte, tranne la domenica che si va avanti fino alle 6. Attenzione questo non significa che in giro ci sono solo i nottambuli da disco, in queste ore bar e localini sono aperti e c’è vita dappertutto ed è sicuro muoversi anche da soli.

 

Lungo i canali dei signori, principi ed imperatori, troviamo le case lussuose già dal 1600 all’epoca della Compagnia delle Indie, i “grandi” vivevano qui. Belle case dalle sontuose facciate ed all’epoca con circa 40 stanze per ogni residenza. Qui è carino farsi raccontare la storia delle facciate e delle scale: pare che la potenza del padrone di casa si evincesse dalle scale, dal numero di gradini che distanziavano la casa dall’acqua, certo per ogni gradino si pagavano più tasse ma da questo si immaginava l’importanza della famiglia.

 

Da poco si è brindato ai 400 anni dei canali, la città è cambiata da allora, canali è vita, canali è prosperità, canali e ricchezza viaggiano, da allora, sullo stesso binario, anzi sullo stesso corso d’acqua. La cerchia dei canali di Amsterdam è patrimonio UNESCO. Varie sono le compagnie di navigazione, la Blu Company, ad esempio, propone tour culturali, mentre la Canal Company, tour tematici, come quelli dedicati all’architettura o ai tulipani.

 

Tutti i giorni, invece, una gioia per gli occhi e per l’umore è la borsa mondiale dei fiori, non perdetevi questa visita. Abbiamo dedicato un articolo a questa esperienza

http://www.viaggivacanze.info/newsite/2013/05/niente-sesso-solo-fiori/

 

I Musei rappresentano una delle principali attrazioni turistiche di Amsterdam. I più noti sono sicuramente Van Gogh Museum, Rijksmuseum e Stedelijk Museum.
Ma la scelta è ampia, più di 50 musei che ogni anno attraggono milioni di visitatori accontentando i più svariati interessi. Accanto ai capolavori del Secolo d’Oro e dell’arte moderna e contemporanea troviamo cinema, teatro, fotografia, storia e musei ‘tipicamente olandesi’ come ad esempio lo Scheepvaart Museum (con una replica di un veliero mercantile settecentesco ancorato all’esterno e visitabile) e l’Houseboat Museum.
Molti musei posseggono sezioni didattiche per i bambini, che apprezzeranno molto anche la visita all’appariscente NEMO (Museo di Scienza e Tecnologia ospitato in un moderno edificio verde a forma di nave).

 

Rijksmuseum Amsterdam
E’ il più grande museo d’Olanda, con più di un milione di visitatori all’anno. Offre un’estesa panoramica sull’arte olandese, dalle prime pale medievali ai capolavori del Secolo d’Oro.

Stedelijk Museum
Il più importante museo di arte moderna e contemporanea di Amsterdam con opere che vanno dal 1850 ai giorni nostri.

Van Gogh Museum
Con i suoi 200 dipinti e 550 tra disegni e acquerelli, rappresenta una delle più grandi collezioni mondiali dedicate al pittore olandese; ospita anche oggetti personali e lettere scritte al fratello Theo, oltre alla collezione privata di Theo stesso.

Rembrandthuis Museum
La casa dove il pittore visse dal 1639 al 1659 è oggi un museo che raccoglie, oltre a oggetti personali, un’ampia collezione di acqueforti del Maestro e dipinti di artisti che lo ispirarono (ad esempio Pieter Lastman).

Hermitage Amsterdam
Dopo una stretta collaborazione nell’organizzazione di mostre con la Nieuwe Kerk (Chiesa Nuova), a fine Febbraio 2004 ha finalmente aperto la sede di Amsterdam dell’Hermitage di San Pietroburgo. Dal 2007 il Museo si è esteso su uno spazio espositivo di 4000 mq.

Anne Frank House
Nel retro di questa casa si nascosero Anne e la sua famiglia per più di due anni durante la Seconda Guerra Mondiale. Qui Anne Frank scrisse il suo famoso diario, esposto nella collezione permanente del Museo.

Museo Storico Ebraico
Il museo è collocato in un complesso formato da 4 sinagoghe (la più vecchia risale al XVII secolo) e ospita una ricca collezione riguardante la cultura ebraica in Olanda.

Amsterdams Museum
Ubicato in quello che era una volta il convento di St. Luciene e in seguito un orfanatrofio, i locali del museo si aprono su spaziosi cortili. La collezione permanente mostra le varie fasi dello sviluppo di Amsterdam.

NEMO
Progettato da Renzo Piano, l’imponente edificio a forma di nave (vicino allo Scheepvaart Museum, poco distante dalla Stazione Centrale) ospita il più grande e futuristico museo di Scienza e Tecnologia d’Olanda. Particolarmente adatto ai bambini che qui potranno apprendere grazie al percorso interattivo del museo. D’estate viene allestita una spiaggia sul tetto e, sia qui che in giardino, grandi eventi, spettacoli e disco.

De Hortus
La nascita di quest’oasi nella città risale addirittura al ‘600. Originariamente adibito a giardino di medici e speziali, oggi conta circa 6000 specie proveniente da tutto il mondo.

 

Per maggiori informazioni:

infoolanda@holland.comhttp://www.holland.com/

Varie sono le compagnie aeree che collegano l’Italia all’Olanda, noi abbiamo volato con la KLM (www.klm.it). Con voli da parecchie città italiane, la Compagnia  propone ottime tariffe e pacchetti speciali.

Per ottenere varie agevolazioni e sconti in musei e strutture varie, acquistate la Amsterdam City Card (www.iamsterdamcitycard.com).

 

 

 

 

Download PDF